La genesi di Adara
Io conosco la storia della figlia della strega. In quel periodo il padre di mio padre passò per il villaggio di Vukrovec, assieme agli altri soldati che proteggevano il regno serbo dall'avanzata dei turchi del sultano Murad.
Si sapeva che a Vukrovec abitava una strega, ma la gente del villaggio la rispettava e si diceva che portasse fortuna... Praticava riti magici che proteggevano i raccolti e il bestiame, e per questi motivi era ben vista e accettata.
La strega aveva una bellissima figlia di vent'anni, non so come si chiamasse.
Una notte, come mille altre notti, la strega si recò nel bosco per raccogliere funghi e piante per i suoi riti magici, quando all'improvviso senti un rumore... una risata... Decise di scoprire da dove provenisse... e la seguì fino ad una radura nel bosco.
Fece fatica a credere ai propri occhi... In quella radura vide sua figlia tra le braccia di un soldato turco.
I due amanti vennero interrotti dalle urla della donna. La strega promise al turco di consegnarlo ai soldati serbi accampati al villaggio, mentre la ragazza cercava di calmare la madre senza riuscirvi. Non servì parlare d'amore... L'amore è una parola vuota, in tempo di guerra.
Le urla della madre coprirono la sua ira nascente, e in uno scatto di rabbia uccise la madre con il suo coltello!
In punto di morte, la strega pronunciò l'unica maledizione della sua vita: "Tu mi hai dato la morte, e alla morte io ti condanno... Ti nutrirai di morte e morte annuncerai... Ti muoverai assieme a lei seguendo il suo cammino di sangue... e del sangue versato sarai la figlia... Diverrai sposa solo di chi, come te, ha tolto la vita e chi vita gli ha dato... Sarai la sua ombra e vivrai nell'ombra! Fino a quando troverai la morte per mano di chi non è uomo e non è demonio..."
La ragazza sparì quella notte stessa. A nulla servirono i richiami del suo amante. Lui non la vide mai più.
Non la vide più come donna, ma la notte seguente, nell'accampamento turco apparve uno spirito , preannunciando che tutti l'indomani sarebbero morti in battaglia... Il soldato terrorizzato riconobbe in quel fantasma il viso dell'amata.
La profezia si avverò... I turchi furono massacrati dai serbi a Bileca, in Erzegovina. E da quel giorno la figlia della strega di Vukrovec divenne l'annunciatrice della morte, seguendo ogni conflitto nato sulla sua terra, portando il suo nefasto presagio a chi di morte violenta era destinato a perire.