BANNER
 
41 - Casa di bambole
Testi: Mauro Boselli
Disegni: Nicola Genzianella
Scena principale: Arnstandt (Germania)

Pagella del sito:
Trama: @@@@
Azione: @@@
Humor: @@
Sentimento: @@@@
Disegni: @@@@
Media pesata: 3,6/5

Frasario

Albi correlati: 8, 35, 40.
Nell'anno 1900 la piccola Frida Unger riceve in regalo dal padre una casa di bambole comprensiva di alcuni bambolotti; durante la notte, Frida si ritrova innanzi al giocattolo, misteriosamente illuminato dall'interno e con la bambolina aggiunta da lei nella casa, fatta a pezzi. Poiché suo padre crede si tratti di fantasie della piccola, Frida mostra la casa di bambole all'amichetto Willy Weichlein, con cui decide di sorvegliarla assieme quella notte; entrando come stabilito di nascosto in casa di Frida, Willy scopre che la casa di bambole ha imprigionato in sè l'amica...
Oltre un secolo dopo, Gert, pronipote di Willy, incontra Sophie Mutter, e l'enigma della casa di bambole ritrovata da Gert dietro una parete murata, giunge all'attenzione di Harlan tramite Hans Milius. L'indagine porta alla scoperta che il giocattolo riproduce Casa Merwick, un'abitazione che fu teatro della morte dell'intera famiglia a causa di avvelenamenti e incendi... Intenzionati a sciogliere il mistero, Harlan, Sophie e Gert finiscono catapultati all'interno della casa di bambole, dove ritrovano la defunta famiglia Merwick, Frida, nonché Willy che, nel '55, riuscì volontariamente a entrarci per ritrovare l'amica dell'infanzia. Padroni di quel luogo di confine sono il vecchio Jonathan Merwick e la sua governante, praticanti di Magia Nera ed esecutori dello sterminio della famiglia al fine di ottenere l'immortalità ritrovandosi poi prigionieri della casa in miniatura...
42 - L'uomo di Belfast
Testi: Alberto Ostini
Disegni: Giovanni Bruzzo
Scena: Irlanda del nord

Pagella del sito:
Trama: @@@@@
Azione: @@@
Humor: @@@
Sentimento: @@@
Disegni: @@@
Media pesata: 3,8/5


Frasario

Albi correlati: 11.
Heaney, il "Professore", ha segnalato a Caleb il probabile ritorno in campo di un Non-morto, Lester Caraher, responsabile di sanguinosi delitti durante gli anni della Guerra d'indipendenza, nonché luogotenente, sotto il nome di Matthew Corry, di Guglielmo d'Orange, come testimoniano identikit e ritratti dello stesso volto risalenti a varie epoche. In effetti Caraher è da poco tornato nell'Ulster, assieme ad altri due Non-morti, lasciando dietro di sè una scia di delitti per nutrirsi durante i suoi spostamenti verso sud-ovest. L'intenzione di Heaney è di fermare Caraher per evitare che nuovi spargimenti di sangue riaccendano l'odio tra cattolici e protestanti: il "Professore" in realtà è un fiancheggiatore dell'IRA, divenuto tale dopo aver assistito all'uccisione della sua giovane moglie da parte dei soldati inglesi, e a tale odio politico si è aggiunto un conto in sospeso con Caraher, che tentò di ucciderlo perché infondeva patriottismo nei giovani nord-irlandesi.
Intuiti i possibili itinerari di Lester e compagni, si organizzano un paio di posti di blocco per intercettarli: in una notte di pioggia, Harlan ed Heaney si scontrano con i Non-morti e, grazie ai proiettili di Harlan, due di loro sono uccisi; Lester, datosi alla fuga, entra in contatto col suo Maestro che lo incoraggia a terminare la sua missione: raggiungere Castle Coole per risvegliare una guarnigione dormiente di Non-morti e riaccendere la guerra civile. Giungendo lì grazie a un'intuizione di Heaney, Harlan e Kurjak, assieme ad altri collaboratori di Heaney, affrontano il branco di guerrieri Non-morti appena ridestati; la leggenda di Lester Caraher si conclude, ma il suo Maestro gli promette vendetta.
43 - La leggenda di Amber
Testi: Mauro Boselli
Disegni: Mauro Laurenti
Scena principale: Llandegant (Galles)

Pagella del sito:
Trama: @@@@@
Azione: @@@
Humor: @@
Sentimento: @@@@
Disegni: @@@@@
Media pesata: 4,2/5

Frasario

Albi correlati: 3, 21.
Dopo essere stati cacciati dagli avventori del pub di Llandegant gestito dalla bella Gwen, Alex e Mark, due trekker inglesi, cercano rifugio dalla pioggia nelle baracche antistanti la vecchia miniera del villaggio, ma sono assaliti dall'Afanc, il mostro del vicino lago Llynn Barfog e che la provvidenziale comparsa di Amber Tremayne (n° 3) mette in fuga, al prezzo, da parte dei due giovani, di un po' di sangue... Mark si risveglia nella stanza di Gwen, che gli racconta del patto stipulato dagli abitanti del paese con l'affascinante Maestra della Notte: in cambio delle loro spontanee offerte di sangue, Amber tiene a bada i Tylwyth Teg, creature dell'Annwn, una dimensione sotterranea, da cui si è riaperto un varco nel villaggio minerario. Harlan e Tesla raggiungono Llandegant dopo essere stati indirizzati lì dai fratelli Pendragon, convinti discendenti di Re Artù, librai di Hay-On-Wye e amici di Dolly MacLaine (n° 21) di cui Harlan è alla ricerca. Dopo un movimentato incontro-scontro con Amber, Harlan e Tesla sono accolti nel pub; successivamente i due pard e Amber vanno a recuperare Alex, messo al sicuro dalla Vampira nel rudere di Dynas Emrys, quando dal sottosuolo sbuca un'orda di Tylwyth Teg, nel cui scontro Tesla si guadagna la stima di Amber, mentre le creature, seguaci di Black Annis, sono ricacciate nelle viscere di Annwn ed il rudere è distrutto.
Ben presto Harlan intuisce che l'indicazione dei Pendragon era fasulla, tuttavia Amber ha una storia da raccontargli, nella quale l'emblema del "Drago Rosso" (nome della libreria Pendragon) ha un ruolo importante... Nel 4° secolo d.C., per ricacciare gli invasori Barbari dalla Bretagna, Roma inviò l'esercito di Teodosio, il cui compito sulla frontiera occidentale fu affidato al Generale Massimo; questi, in un sogno premonitore incontrò Ambra di Gwynedd (Amber), che 15 anni dopo, durante una missione diplomatica, divenne la sua sposa e lo convinse a tentare la conquista di Roma. Dopo aver affidato la Bretagna agli dèi, ed essersi accattivata la simpatia di Severa, ostile figlia di Massimo, iniziandola alla comprensione dei testi di magia, Ambra seguì il suo sposo, che morì in battaglia. Perduto l'esercito, Vortigern, nuovo Re di Britannia e sposo di Severa, chiese l'aiuto militare di Angli e Sassoni in cambio delle proprie terre; ammaliato da Rowena, figlia di un capo germanico, Vortigern ripudiò Severa e regalò un'intera regione ai Germani, portandola alla guerra civile; accortosi tardi dell'errore, si dette alla fuga in Galles. Alle porte di Dynas Emrys, all'epoca avamposto romano, giunsero a quel punto Manlio Artorio, luogotenente di Massimo, suo figlio naturale Artos e suo figlio adottivo Aurelio Ambrosio, per servire Re Vortigern...
44 - Il Sigillo Nero
Testi: Mauro Boselli
Disegni: Mauro Laurenti
Scena principale: Llandegant (Galles)

Pagella del sito:
Trama: @@@@@
Azione: @@@@
Humor: @@
Sentimento: @@@@
Disegni: @@@@@
Media pesata: 4,4/5

Frasario

Albi correlati: 43.
A riportare in superficie i Tylwyth Teg fu, involontariamente, l'esploratore Matthew Shady che, discendendo assieme al suo collega Josh sotto le rovine di Dynas Emrys, trovò il pozzo dove, secondo la leggenda, Vortigern stesso tentò di gettare un giovane per consacrarne le fondamenta; Josh, calatosi nel pozzo, non fece ritorno, mentre in seguito Matthew, incontrando Amber, scoprì di aver rotto il Sigillo Nero da lei posto, e che in realtà fu Severa, ripresentatasi a Vortigern dopo aver appreso i segreti della Via Oscura, a mostrare al Re l'eroismo di Manlio Artorio e dei suoi figli, convincendolo, più per vendetta personale che per favorire chi l'aveva ripudiata, a sbarazzarsi di loro per non perdere il trono, proponendogli di eliminare per primo Aurelio Ambrosio, figlio di Amber e Massimo! Malgrado il bardo Taliesin avesse messo in guardia Manlio e i suoi figli, la trappola riuscì, ma un enorme Drago Rosso, una trasformazione di Amber, risalì dal pozzo di Dynas Emrys, salvando Ambrosio (che tuttavia morì successivamente), e gettando Severa nel pozzo, consentendole di mutarsi in Black Annis.
Mentre Harlan scopre che una delle fonti storiche dei romanzi della MacLaine è proprio Matthew Shady, a Londra Kurjak incontra l'archeologo nel bel mezzo di una lotta contro un'orda di Tylwyth Teg in trasferta, guidati dal codardo Coblynau Andwyn, che viene catturato mentre, grazie a una protezione magica fornitagli da Amber, Matthew mette in fuga le altre creature. A Llandegant il tempo stringe, le creature di Annwn hanno iniziato l'opera di mutazione degli abitanti in Crimbils, quindi Amber, presi con sè Harlan e Matthew, costringe Andwyn a condurli nel covo di Black Annis, affidando la difesa del villaggio dal sicuro assalto dei Tylwyth Teg a Tesla, Kurjak e gli altri abitanti. Raggiunta la Roma Nera dell'Oltremondo, un luogo capace di limitare i poteri dei Maestri della Notte, Black Annis fa la sua comparsa per impedire ad Amber di porre nuovamente il Sigillo Nero, e i suoi mostruosi servi stanno avendo la meglio, sia nel sottosuolo che al villaggio, tuttavia Amber, sebbene impossibilitata a trasformarsi, crea le incredibili illusioni di Massimo, Aurelio, Taliesin e degli altri eroi di due millenni prima, capaci di abbassare le difese magiche di Annis consentendo il suo definitivo annientamento.
45 - Il Vampiro di Highgate
Testi: Mauro Boselli
Disegni: Giuliano Piccininno
Scena principale: Londra (Inghilterra)

Pagella del sito:
Trama: @@@@
Azione: @@@
Humor: @@@
Sentimento: @@@@
Disegni: @@@
Media pesata: 3,5/5

Frasario

Albi correlati: 42.
A caccia del Maestro della Notte percepito in Irlanda del Nord (n° 42), Harlan e i suoi compagni giungono a Londra, dove Harlan visse negli anni '60 e dove ebbe un incontro onirico col "Vampiro di Highgate", una creatura che seminò il terrore in quegli anni, senza lasciare molti indizi di sè, e che si presume abbia rifugio nell'ala ovest, abbandonata, dell'omonimo cimitero. A dargli la caccia furono Dean Barrymore, il più famoso cacciatore di Vampiri inglese (nonché discendente di Lord Byron), che entrò in Highgate ma le cui gesta furono prevalentemente frutto di un documentario, e Jack Tarrant, rivale di Barrymore, che invece profanò la tomba del Vampiro, ed è convinto che il "Vampiro di Highgate" altro non sia che il Conte Dracula. Al termine di una giornata prevalentemente d'indagini, Harlan raggiunge Tesla sulla terrazza della casa di Barrymore, e tra i due vi è quasi un bacio, interrotto dall'apparizione a Tarrant del Maestro della Notte.
Dopo aver convinto gli ormai attempati Dean e Jack a un armistizio per collaborare alla loro comune missione, Harlan chiede l'aiuto di Matthew Shady (n° 44) per scendere nelle fognature di Londra assieme a Tesla e Kurjak. Ben presto la squadra cade trappola delle illusioni del Maestro cui davano la caccia, di cui il "Vampiro di Highgate" è stata una delle sue identità. Ricreando un intero quartiere ottocentesco, il Maestro sguinzaglia il suo numeroso branco di Non-morti, spingendo Harlan e gli altri in una finta Carfax Abbey (residenza londinese del Dracula letterario). Giocando sull'esperienza acquisita affrontando altri Maestri, Harlan trova il modo di distruggere quella trappola d'illusioni col proprio sangue di Dampyr, mentre Matthew riconosce nel Maestro incontrato Lord Marsden, un nobile dell'epoca di Byron.
46 - Il castello di Barbablù
Testi: Mauro Boselli
Disegni: Alessandro Bocci
Scena principale: Scozia

Pagella del sito:
Trama: @@@@@
Azione: @@@@
Humor: @@@
Sentimento: @@@
Disegni: @@@@@
Media pesata: 4,4/5

Frasario

Albi correlati: 21, 22, 31.
In Germania, Harlan, Kurjak e Tesla decidono di chiudere il conto con i "Lupi Azzurri" (n° 31); fallito il tentativo d'infiltrarsi in un loro club tedesco, resta aperta la pista scozzese, dove si trova il castello dei De Vere, noto come Castello di Barbablù. La loro pista si unisce a quella di Vera Bendix che negli anni Quaranta operò per il S.O.E. britannico (lo Special Executive Operations) al fianco del giovane Nigel Grant e al servizio del Maggiore Edward Foster (n° 21), per indagare su un gruppo di spie e traditori intenzionati a una pace separata con i nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale. Entrati nella servitù di Castel De Vere, Vera e Nigel portarono brillantemente a termine l'operazione e, con l'aiuto di ingegnosi strumenti, del Capitano Godwin Brumowsky (n° 22) ma soprattutto di una grande dose di coraggio, il S.O.E. riuscì a catturare Rudolph Hess prima che raggiungesse Castel De Vere ov'erano riuniti i traditori: colto il fallimento, Roger De Vere si suicidò, lasciando il comando al giovane figlio Christian, che aveva preso in amicizia Nigel. In una successiva missione, Nigel tentò di recuperare una svastica posseduta da Hess, che egli sosteneva aver rubato a un Vampiro, ma il giovane agente morì ucciso da Christian, futuro padre di Lester e Martin.
Harlan e compagni riescono a penetrare nel castello assieme a Godwin e Vera, decimare gli avversari (Martin e un altro paio di "Lupi" si danno alla fuga), mentre Christian resta ucciso dal figlio Lester, da tempo mutato in una orrenda creatura dall'elmo dei Cavalieri Teutonici, e che Christian aveva mandato in avanscoperta. In un'apparizione, un compiaciuto Draka svela al figlio di essere proprietario della svastica, che da Hess passò ai De Vere, e che Harlan ha recuperato.
47 - I delitti di Sheffield
Testi: Mauro Boselli
Disegni: Fabio Bartolini
Scena principale: Sheffield (Inghilterra)

Pagella del sito:
Trama: @@@@@
Azione: @@@
Humor: @@@
Sentimento: @@
Disegni: @@@@@
Media pesata: 4,1/5

Frasario

Albi correlati: 11, 31.
Jeff Carter è un giornalista del "Sun", tornato nella sua città natale di Sheffield per intervistare i dirigenti della "Temsek" (n° 31) e dimostrarne la produzione di armi poi vendute clandestinamente; interessati alla "Temsek" ci sono anche Harlan e i suoi compagni, decisi a smascherare il Maestro della Notte che ne è a capo: le loro indagini si incontrano e ne nasce una collaborazione a carte coperte, proprio mentre una serie di delitti insanguina la città, e sui quali indaga la detective Ann Spade della Polizia di Sheffield.
Con la copertura della Polizia di Windhoek (n° 7), Harlan e Kurjak si presentano alla "Temsek" come acquirenti di armi per il governo dell'Angola, ma il misterioso Maestro, riconosciuto il Dampyr, mette all'erta la fabbrica e ordina la loro eliminazione: i nostri cadono nella trappola, e si salvano solo grazie a Tesla; intanto due impiegati della "Temsek", decisi a svelare a Jeff i retroscena della loro fabbrica, sfidando la punizione capitale applicata dalla "Temsek" agli autori delle fughe di notizie, sono uccisi uno dopo l'altro dall'assassino della città. Jeff ottiene il suo scoop, ma Ann riesce a smascherarne l'identità: è proprio il giornalista, alias Samuel Eardley, l'assassino di Sheffield, che completa la sua folle missione da giustiziere facendo saltare in aria la dede della "Temsek" dopo aver sfruttato Harlan e i suoi (nell'edificio fino a poco prima dell'esplosione!) per distogliere l'attenzione della fabbrica della morte dalle sue mosse.
48 - I sotterranei di Parigi
Testi: Luigi Mignacco
Disegni: Giuliano Piccininno
Scena: Parigi (Francia)

Pagella del sito:
Trama: @@@
Azione: @@@@
Humor: @@
Sentimento: @@@
Disegni: @@@@
Media pesata: 3,3/5

Frasario

Albi correlati: 10, 20, 23.
Il sonno di Araxe (n° 10) è interrotto da oscuri fenomeni che si manifestano tra due fermate della metropolitana di Parigi: un pavido professore, una madre soffocata dalle responsabilità (Anne Marais), e un bigliettaio in pensione, scompaiono dopo essere scesi a una fermata illusoria dominata da un portale recante una strana spirale che è solo teatro di inquietanti incubi. Il poeta Victor, custode della Vampira, avverte Harlan affinché indaghi. Il Dampyr stringe amicizia con Angèlique, figlia di Anne Marais e le promette di risolvere il mistero del metrò; intanto qualcuno inizia a uccidere nei sotterranei...
Vlaminck, un appassionato di sotterranei, racconta ad Harlan che, in corrispondenza al luogo delle sparizioni vi era un'antica via romana che conduceva a un castello maledetto ove si praticavano riti pagani, prima di accompagnarlo in perlustrazione; finendo per separarsi, Harlan, incoraggiato telepaticamente da Araxe, varca il portale della spirale e si ritrova faccia a faccia con la sua metà oscura, mentre Angèlique, ricevuta una mail da sua madre, scende nei sotterranei per incontrarla; la giovane tuttavia, sfuggendo al puntuale incubo personale, si scontra con l'assassino del metrò: l'ex bigliettaio scomparso! Harlan, dopo aver affrontato il suo doppio, si fonde con esso e, sfruttando la propria metà vampirica, demolisce il varco della spirale e mette in fuga l'assassino che trova la morte sotto un treno.
49 - La colonna infernale
Testi: Mauro Boselli
Disegni: Majo
Scena: Bretagna (Francia)

Pagella del sito:
Trama: @@@@@
Azione: @@@@
Humor: @@@
Sentimento: @@@@
Disegni: @@@@@
Media pesata: 4,5/5

Frasario

Albi correlati: 31, 35, 36, 41, 48.
Mentre Kurjak e Tesla fanno da sentinelle, in una locanda della Bretagna si danno appuntamento Hans Milius, Fred Richards (n° 35), Harlan Draka e Victor, per ascoltare dalla Vampira Araxe una storia della Rivoluzione Francese, esperienza nella quale incontrò per l'ultima volta Erlik Khan (n° 36) e la sua "Armata infernale di Hellequin", che molti hanno visto riapparire recentemente in quella zona. Araxe, all'epoca doppiogiochista tra i Rivoluzionari repubblicani e gli Chouans monarchici e cattolici della Vandea, strinse affettuosa amicizia col Capitano Philippe Moulins che, sconvolto dalle crudeltà della Rivoluzione, entrò nelle fila degli Chouans guidati da Tranche-Montagne. Traditi da una spia, tutti i nobili di Bretagna che appoggiavano gli Chouans furono uccisi e uno di essi, Sorcier, venne mutato in Non-morto da Erlik. A quel punto Araxe, costretta a trasformare Philippe e Tranche-Montagne in Non-morti per salvare loro la vita, decise di stringere un'alleanza con l'armata di Erlik e sterminare l'esercito repubblicano, vendicando così i propri amici.
La campana di Kergelen annuncia l'arrivo dell'armata di Erlik, quindi Kurjak e Tesla sono presi prigionieri dal potente Maestro; Harlan e Araxe sopraggiungono e affrontano il suo esercito, prima che Erlik lo richiami a sè liberando Kurjak e Tesla. L'incontro fra Araxe ed Erlik consente alla Vampira di ritrovare, tra le fila dell'armata, Philippe, Sorcier e Tranche-Montagne, i quali invocano i due Maestri, e ottengono di essere liberati dal vampirismo.
50 - Il dottor Cinderella
Testi: Mauro Boselli
Disegni: Luca Rossi
Scena: Praga (Repubblica Ceca)

Pagella del sito:
Trama: @@@@
Azione: @@@@
Humor: @@
Sentimento: @@@
Disegni: @@@@
Media pesata: 3,7/5

Frasario

Albi correlati: 5, 12, 23, 41.
Durante l'alluvione di Praga, Nikolaus consegna al suo fan Saugrènes una introvabile copia del suo libro di racconti fantastici, poco prima che un'onda di piena devasti il negozio di antiquariato portando via con sè la sfera di cristallo e la pendola ov'erano intrappolati Comenius (n° 5) e Belyalis (n° 23). Qualche tempo dopo, prima Saugrènes, poi il suo amico Jorge e vari turisti scompaiono nel nulla dopo aver visto materializzarsi luoghi e personaggi presenti nei racconti di Nikolaus.
A caccia del dottor Cinderella, presunto regista di quei fenomeni, Harlan e Tesla incontrano, nella Casa all'Ultima Lanterna, Athanasius Pernath, un immortale che ha percepito i pericolosi fenomeni in atto, e aiuta i due eroi a salvare Kurjak, imprigionato in una infernale cella nella quale appaiono mostri mitologici a ogni ora... Riunitosi, il trio costringe Erasmus Nacht, il carceriere di Kurjak, a condurli dal dottor Cinderella, quando sopraggiunge Nikolaus che, dopo aver mandato in fumo, con l'aiuto di Kavka, i propositi di vendetta dello smascherato Belyalis, sistema anche Comenius una volta per tutte liberando tutti i personaggi scomparsi.
Acquista online i racconti dell'orrore di Gaspare Pero