BANNER
 
Harlan Draka - Il protagonista della serie è lui, figlio del Maestro della Notte Draka e della donna da lui amata Velma; sua madre morì mettendolo al mondo e il neonato Dampyr fu sottratto dalle tre "zie" che si occuparono della sua crescita senza che egli fosse influenzato dal padre. Conserva un aspetto giovane (attorno ai trenta anni) sebbene sia nato nel 1945. E' l'unico Dampyr vivente, e fin dall'infanzia è stato emarginato e insultato dai coetanei come "Figlio del diavolo" e "Sangue stregato". La sua vita, a differenza di altri eroi, non è proprio onesta: debutta come un truffatore della credulità popolare, praticando falsi esorcismi, sebbene si renda conto che c'è qualcosa, in lui, di diverso dalle altre persone: le sue ferite guariscono in fretta, invecchia lentamente. A quanto pare, possiede il fascino del Vampiro, visto che umane e Vampire non gli nascondono di trovarlo affascinante. Da quando scopre il potere del suo sangue, letale per i Vampiri anche se vengono feriti con un oggetto che ne è soltanto intinto (lame e proiettili), inizia la sua duplice missione: liberare il pianeta dai Maestri della Notte, e trovare suo padre, verso il quale i suoi sentimenti si alternano... Harlan possieda altri poteri, sebbene in gran parte non controllabili, da parte di padre, come l'ipnotismo, la telepatia, la capacità di percepire la presenza di un Maestro e di leggere le tracce del loro passaggio in un luogo; inoltre può bere il sangue dei Maestri della Notte per apprenderne le conoscenze ed i segreti.
Per una missione difficile come la salvezza dell'umanità dai Maestri della Notte, Harlan ha due fedeli alleati che spesso l'accompagnano in giro per il mondo: la Non-morta Tesla e il guerrigliero Kurjak. Non mancano, del resto, missioni nelle quali Harlan agisce senza i suoi amici di ventura, ma accanto a personaggi locali.
Albi, Maxi, Speciali e Pubblicazioni extra: tutti, in quanto protagonista della serie.


L'ingresso di Harlan nella serie (n° 1; disegno di Majo)

 
Tesla Dubcek - E' una Non-Morta che ha saputo ribellarsi al suo Maestro Gorka, grazie soprattutto ad Harlan, che ha risvegliato la sua umanità: da allora è considerata una rinnegata dai suoi simili. Scatenata femminista e capace di assumere un aspetto da paura, sa essere anche dolcissima, ironica, romantica, e raccontare fiabe ai bambini! Di giorno, come tutti i Non-morti, deve proteggersi dal sole, quindi copre il suo viso con sciarpa, cappuccio, basco e occhiali da pilota, oltre a indossare un provvidenziale paio di guanti. L'arma che utilizza meglio, dopo unghie e denti, è un rasoio la cui lama è intinta nel sangue di Harlan. Avendo bisogno di sangue umano, e non essendo più sotto il dominio di un Maestro, sceglie le sue prede tra i "cattivi" (degni di nota la sua performance solista nel n° 2 e il suo approccio con Eric nel n° 21), rivelandosi spesso fondamentale per Harlan il quale, sebbene sia un Dampyr, non è immune alle ferite come invece accade ai Vampiri. Nel n° 9 della serie si scoprono interessanti frammenti del passato umano di Tesla, mentre nel 5° Speciale sono svelati alcuni episodi dei suoi anni al servizio di Gorka.
 
Emil Kurjak - Cosa succede quando un rude ed esperto guerrigliero decide di smettere di combattere per un ideale, e di affrontare una guerra contro i Maestri della Notte? Kurjak non si è neppure posto questa domanda, quando ha scoperto che esistono cattivi molto più "cattivi" di quelli che appoggiano semplicemente un'altra bandiera. E' il primo personaggio fisso della serie a essere presentato, assieme ai suoi soldati, destinati a fare una brutta fine, ma che avrà modo di vendicare grazie ad Harlan e Tesla. Brontolone e testardo, vede in Harlan il suo migliore amico, e si affeziona a Tesla, con la quale instaura, dopo alcuni contrasti (destinati a evolvere in irresistibili siparietti), un rapporto quasi fraterno (la definisce "La mia sorellina di sangue" nel n° 6) finché i due non iniziano una vera e propria relazione sentimentale (n° 64). Il cognome della sua famiglia, che significa "Lupo" è anche il suo nome di battaglia. Frammenti del suo passato sono raccontati nel n° 1 e nel 5° Speciale, mentre il n° 11 lo vede protagonista quasi assoluto, nel corso di una rimpatriata nella sua martoriata terra jugoslava.
In seguito all'uso di armi nel villaggio incantato di Radzin (n° 99), si ritrova catapultato temporaneamente nel Mondo del Crepuscolo, dove diviene amante della Principessa Xeethra, con la quale concepisce un bambino.


Kurjak offre il suo sangue per salvare Tesla (n° 2; disegno di Majo)

 
Draka (Draco) - E' uno dei Maestri della Notte più potenti, e con una caratteristica molto rara: ha messo al mondo il peggior nemico della propria stirpe, un Dampyr che porta il suo nome! Negli albi in cui appare, non nasconde il proprio carisma, attraverso frasi quali: "Io combatto solo per me stesso", "La razza umana mi è necessaria per vivere... Ho già assistito alla distruzione di un mondo, il mio... E non voglio che accada ancora!", e per tale ragione, fa di tutto per entrare in possesso di una coppia di svastiche magiche, capaci di aprire le porte verso il Multiverso, alla ricerca di un mondo simile a quello di provenienza della propria stirpe, per abbandonare la Terra. Sebbene spietato con gli avversari, non vede gli umani come pura risorsa di sangue, infonde sani ideali nel suo branco, ha il senso della giustizia, e si innamora di donne umane (in particolar modo di Fortunata, alla cui memoria intitola il vascello con cui solca i mari nel Seicento, oltre ovviamente a Velma, madre di Harlan), incarnando, quindi, alla perfezione il modello classico del Vampiro di Bram Stoker.
In occasione del primo incontro col figlio, toccandogli la mano ferita, fa in modo di percepire il suo dolore in qualunque circostanza: una sua maniera per essergli vicino; non manca, in occasioni successive, di proteggere ancora lui e i suoi compagni, sebbene tra i due il rapporto non sia mai di completa fiducia, e Harlan intenda fermare, a tutti i costi, i suoi propositi di sfruttare un mondo simile a quello di provenienza dei Maestri, dove però i Vampiri sono immuni al sangue di Dampyr, e le donne della loro razza non sterili come sulla Terra. Quando, tuttavia, Martin De Vere scatena i poteri Vril che aveva acquisito, Draka si ritrova inerme innanzi al Dampyr, che lo risparmia.
Utilizzando le Swastike del Sole, riesce a viaggiare nel Multiverso, alla ricerca di un pianeta simile a quello di origine dei Maestri della Notte, dove si unisce a Hyanis, una donna alata abitante di quel pianeta, con la quale concepisce Arach.
Albi: 2, 20-22, 27, 46, 52-53, 93-95, 100-103, 127, 129, 133-136, 154, 165, 170, 180, 183, 197, 199-202, 206, 209-210 - Speciali: 1, 3, 6, 8, 11 - Maxi: 5 - Pubblicazioni extra: Dampyr Comiconvention, L'emblema del drago, DD371.


Draka avverte Tesla in sogno (n° 22; disegno di Majo)


Draka e Velma, futuri genitori di Harlan (n° 100; disegno di Stefano Andreucci)

 
Caleb Lost - Nel 5° albo della serie, esordisce questo Amesha, un personaggio soprannaturale schierato con la "Squadra del bene", nella quale occupa un ruolo di arbitro tra il mondo reale e l'aldilà. Vive nel "Teatro dei Passi perduti", sull'isola Kampa di Praga, lo stargli vicino trasmette sicurezza, ma gli conferisce anche un aspetto piuttosto snob. Esemplare il commento di Kurjak su di lui: "Che cavolo! Non bastavano fantasmi e Vampiri! Ci volevano pure i mentecatti che si credono angeli caduti! A quando un incontro ravvicinato con la fatina dei dentini da latte?" Ingaggiato Harlan, e di conseguenza i suoi compagni, nella propria squadra, gli offre in cambio informazioni preziose per rintracciare Draka: i Maestri della Notte, infatti, sono alcuni degli avversari della "Squadra del bene", visto che alcuni Supervampiri hanno stretto alleanza con i demoni dell'inferno!
Ottimo diplomatico, rivale da secoli di Nergal, è capace di accettare compromessi, nonché di trasgredire la Legge quando deve lasciare per pochi istanti Praga per salvare il Dampyr dall'attacco di Thorke, assumendosi le responsabilità di tale gesto.
Albi: 5, 12-13, 17-19, 21, 23, 26-27, 32, 36, 50, 54, 60-62, 64, 83, 93, 97, 102, 104-105, 107, 113, 115, 121-123, 127, 130, 143-145, 148, 152-157, 163, 165-166, 169-170, 180, 182-184, 188, 190-194, 200, 204-206, 208, 210 - Speciali: 3-4, 6-9, 11-12 - Maxi: 1-2, 4-5, 7-8 - Pubblicazioni extra: Dampyr Comiconvention.


Caleb in azione smaschera i Naphidim (n° 62; disegno di Alessandro Bocci)

 
Adelaide - Giovane etnologa laureatasi a Coimbra e trasferitasi per lavoro a Miranda dove, lavorando presso una fondazione culturale nella Biblioteca della città, sta portando a termine un dottorato di ricerca. Interpellata da Harlan, Dean Barrymore e Maud Nightingale per decifrare una frase pronunciata da un fantasma, si unisce al trio senza esitazioni, certa di trovare materiale per la sua tesi, dimostrando coraggio e sangue freddo anche nei momenti di azione; tuttavia, l'aver smascherato Thorke dietro l'indagine portata a termine, la convince a desistere dallo sfruttare quanto scoperto per non passare per una visionaria.
Sentimentalmente libera, cerca un flirt con Harlan, ma l'incalzare degli eventi non concede loro spazio.
Albi: 147.
 
Alfonso Saugrènes - Editore e bibliofilo praghese. Vanta una conoscenza della Città d'oro e delle sue leggende seconda, forse, solo a Nikolaus, di cui è ammiratore, credendolo tuttavia uno scrittore ormai defunto. Frequentatore della libreria dell'Anima persa Obrazek, vi ritorna facendo la conoscenza di Harlan, nuovo gestore nei periodi di riposo tra una missione e l'altra. La tanto desiderata e introvabile copia dei "Racconti di Nikolaus" lo caccerà in brutti guai...
Albi: 23, 41, 50, 104, 152, 191.


Saugrènes nel "Caffé dell'Abisso" (n° 50; disegno di Luca Rossi)

 
Amber Tremayne (Ambra di Gwynedd) - Prima Vampira della stirpe dei Maestri della Notte a debuttare nella serie. Nascostasi in una sperduta casa in Cornovaglia, affronta agevolmente un ancora inesperto Harlan, che tuttavia risparmia quando scopre trattarsi del figlio di suo fratello Draka, assieme al quale spense le ambizioni di Kostacki, un Maestro impazzito. E' proprio a causa di un ritorno in forze di quest'ultimo che l'affascinante Vampira dai capelli rossi si allea col Dampyr, riuscendo a sconfiggerlo definitivamente.
Successivamente (n° 43) si sposta a Llandegant, in Galles, per fronteggiare le creature dell'Annwn, tornate in superficie dopo l'involontaria rottura di un sigillo magico da lei posto secoli addietro; pertanto offre agli abitanti la propria protezione in cambio delle donazioni spontanee di sangue per il suo nutrimento.
Sebbene la Terra renda sterili le femmine della propria stirpe, Amber ha modificato il proprio organismo in modo da poter dare un figlio umano dal generale romano Massimo: Aurelio Ambrosio, compagno d'arme di Artos, il leggendario Re Artù.
Albi: 3, 43-44, 88, 100, 183, 185-186, 196-199, 201-202, 209 - Speciali: 6, 11.


Harlan e Amber faccia a faccia (n° 3; disegno di Luca Rossi)

 
Angèlique Marais - Giovane giornalista parigina ritrovatasi a fronteggiare l'orrore quando sua madre Anne Marais è scomparsa, assieme ad altre persone, nella metropolitana della capitale francese; conosciuto Harlan recatosi sul posto per indagare, ne scopre la doppia natura umana e vampirica restandone a lungo shockata. In seguito è rapita da Maitre Abel che intendeva riscattarla con Araxe. Solamente il tempo e la maturità le permettono di vedere in Harlan una persona di cui potersi fidare, e di trovare il coraggio per accompagnarlo durante una missione contro Thorke.
E' fidanzata con Pierre, un detective della Surète parigina intervenuto nei fatti del "Grand Guignol".
Albi: 48, 82, 130, 158-9, 188, 192.
 
Angelo Sanna - Professore universitario sardo, discendente da una ricca e influente famiglia coinvolta in passato in una lunga e sanguinosa faida con i banditi Mereu.
Determinato nei suoi propositi e scettico, stenta a credere al soprannaturale, quando la sua compagna Sophie Mutter è posseduta dallo spirito di Paska Mereu, una strega che intende ucciderlo in quanto è l'ultimo dei Sanna, quando egli torna nel suo paese di origine per istituire l'antico carnevale. Alla protezione offertagli da Harlan preferisce quella di Diego Demurtis, un bandito latitante. Soltanto quando vede con i suoi occhi un Non-morto amico di Sophie, si convince dell'esistenza delle varie creature amiche o nemiche di Harlan.
Albi: 59, 91, 193.
 
Anne Marais - Nel corso di una spaventosa esperienza nella metropolitana di Parigi, conosce Victor col quale apre presto una libreria anarchica, della quale resta l'unica titolare alla morte del vecchio poeta.
A differenza della figlia Angèlique, accetta sin da subito l'esistenza di figure non umane e di forze soprannaturali, non risparmiando mai il proprio sostegno ad Harlan e ai suoi compagni d'azione nel corso delle loro missioni parigine.
Albi: 48, 82, 103, 130, 159, 176, 188.
 
Ann Jurging - E' una veggente, sui sessanta anni, con una vita tranquilla se non noiosa, che da bambina ha vissuto quello che può definirsi evento traumatico... Ann e Harlan s'incontrano in Grecia, entrambi sulla pista di Helena Morkov, la Strega Regina: lei per affrontare un incubo del passato, lui per togliere dalla faccia della terra una creatura malvagia. Poco tagliata per una caccia alle streghe, non ha fatto del suo potere una fonte di guadagno: ricercando una vita tranquilla per dimenticare gli orrori della sua fanciullezza. Esplorando l'isola ove si nasconde la Strega, Ann si dimostra molto impressionabile, e Harlan giunge in tempo per salvarla da Helena, ma le sue doti di Dampyr nulla possono contro la stregoneria: è piuttosto Ann a rivelarsi utile, sfruttando i propri poteri per privare la Strega di ogni protezione magica. A battaglia conclusa, Ann dimostra un certo rammarico per gli anni passati, ma al tempo stesso la voglia di mettere i propri poteri al servizio del bene; forse, però, sono stati gli affetti a mancarle maggiormente, rimpiangendo di non aver conosciuto Harlan venti anni prima. Dopo alcune avventure vissute assieme, tuttavia, Ann e Harlan si ritrovano ringiovaniti risolvendo il mistero della "Casa sull'orlo del mondo" e, se per il Dampyr la cosa è intangibile data la sua natura, sulla veggente l'effetto è ben evidente, tanto che assume l'identità di una sua ipotetica nipote omonima. I suoi poteri si rivelano ogni volta più utili, fino a stabilire un contatto con Kurjak persosi in un'altra dimensione.
Albi: 13, 60, 74, 86, 101, 103, 116, 120, 127, 151-152, 157, 176, 188-189, 192, 200, 210 - Speciali: 11 - Maxi: 5.
 
Ann Spade - Detective della Polizia di Sheffield dal passato tormentato, è l'unica a seguire la pista giusta per risolvere il caso del serial killer che terrorizza la città. Smascherato Jeff Carter, alias Samuel Eardley, questi la fa prigioniera e intende giustiziarla quando lei trova le prove della sua colpevolezza; la ragazza tuttavia riesce a fuggire e mettersi in salvo, promettendo che il discorso tra loro è tutt'altro che chiuso.
Lei e Jeff si rincontrano in Messico, dove la poliziotta partecipa a un convegno internazionale sulla criminalità, e per il killer/giustiziere è la prima di molte occasioni per salvarle la vita. La poliziotta non nasconde al suo capo Oliver Holmes un'attrazione verso Jeff, il cui ritorno a Sheffield le sconvolge la vita, a causa dell'incidente mortale occorso al suo capo nel tentativo di arrestarlo, e alla conseguente sparatoria dove Carter gli muore tra le braccia.
Albi: 47, 87, 139, 152.
 
Anyel Zant - Come Caleb Lost è un Amesha ma, a differenza del collega praghese, può spostarsi all'occorrenza dalla città da lui monitorata (Manhattan), facendo uso dei poteri che gli consentono di muoversi con estrema rapidità anche a distanze considerevoli. Tesla lo trova simile a Caleb ma più simpatico e carino. Il suo tempestivo intervento ha tolto dai guai Harlan e Tesla in quel di Boston, e la sua trasferta praghese si è rivelata preziosa per contrastare i piani di Nergal.
Successivamente è incaricato di ritrovare Kasdaeth, un Angelo caduto cui Lady Nahema ha risvegliato la natura violenta, e affianca spesso Harlan in missioni pericolose negli Stati Uniti.
Albi: 36, 54, 65, 104-105, 116, 118, 181.


L'apparizione di Anyel ferma due "ammazzavampiri" (n° 36, disegno di Luca Rossi)

 
Araxe De Kercadio - E' una malinconica quanto affascinante Vampira che ha sfruttato la possibilità dei Maestri della Notte di trascorrere un lungo periodo di letargo, per poi riproporsi sulla scena, magari sotto una nuova identità e riappropriarsi di un territorio di caccia; tuttavia, dietro la sua scelta c'è il rifiuto di nutrirsi di sangue umano. Durante la sua animazione sospesa, conserva il potere di comunicare telepaticamente con chi desidera. Prima del suo letargo è stata la "Signora del lago" che ha protetto Llenleawg (il leggendario Lancillotto), mentre durante la Rivoluzione Francese appoggiò gli Chouans monarchici e cattolici della Vandea. Si è nascosta per due secoli a Parigi, dopo aver contrastato le ambizioni di potere di un altro Maestro della Notte, Verdier (n° 10), e si è risvegliata in seguito a oscuri fenomeni che hanno interessato i sotterranei di Parigi (n° 48).
Amata a lungo da Victor, al quale aveva salvato la vita, ha lasciato Parigi trasferendosi in Bretagna dove è compagna del giovane chirurgo Armand Kergaz, sebbene non nasconda un'attrazione verso Harlan che la porta anche a sfidare le regole della sua stirpe pur di aiutarlo.
Albi: 10, 20, 48-49, 82, 103, 148, 159, 162, 196 - Speciali: 11.


Araxe appare telepaticamente ad Harlan (n° 10; disegno di Alessandro Baggi)

 
Arno Lotsari - Infermiere in prima linea nel "Medical Team" deldottor Michel Dast, si ritrova a operare nei luoghi ove sono in corso sanguinose guerre e drammatiche situazioni di pericolo per le popolazioni inermi: situazioni che da sempre sono i teatri prediletti dai Maestri della Notte; è per questo che informa Caleb Lost di ogni presunto Vampiro si aggiri nella zona, tenendosi pronto anche per affrontare con Harlan i vari pericoli che si presentano.
Ha successo con le donne.
Albi: 14, 31, 40, 88-90, 123-124, 210 - Speciali: 11 - Maxi: 3.


Arno nelle insolite vesti di specialista di armi... (n° 31; disegno di Alessandro Bocci)

 
Astrid Dahl - Bellezza nordica, è una restauratrice che ama recitare versi di poeti inglesi. E' la prima ragazza ad affiancare Harlan in presenza di Tesla, la quale, anche se le circostanze non sono sempre tra le più adatte, non esita a intraprendere con lei un gioco di amicizia e rivalità. Tesla, in quanto alleata di Harlan, protegge Astrid mentre il Dampyr indaga, e la bella restauratrice riesce a dissipare i propri timori verso la Non-morta, proponendole la propria amicizia; le confidenze tra le due non hanno però tempo per svilupparsi...
Colpevole soltanto di amare un professore alloggiato nell'albergo di Alesund, Astrid legge una frase magica sull'affresco che sta restaurando, permettendo al Conte Magnus di liberarsi dalla sua prigionia; per ringraziamento, il Conte riesce a scambiare per qualche tempo il corpo di lei con quello in disfacimento della sua amata Lucretia, prigioniera nella stanza n° 13 dell'albergo.
Albi: 17, 165.
 
Bastet - Venerata dagli antichi Egizi come Dea Gatto, questa Maestra della Notte ha trascorso lunghi sonni all'interno del suo sarcofago, imparando a controllare i propri istinti da Vampira, e anziché andare a caccia e formare un proprio branco, ha scelto di circondarsi di giovani sacerdotesse umane, alle quali ha donato, mediante il proprio sangue e un tatuaggio, una lunga vita che consenta loro di vegliare sul suo sonno. Più volte trafugato, quando il suo sarcofago finisce a Torino per essere esposto nel Museo Egizio, scompare per sempre poiché Bastet decide di risvegliarsi nella nostra epoca frenetica e affascinante, utilizzando il Tempio di Eridano, situato sotto al Po, come rifugio per lei e le sue sacerdotesse.
Tornata in Egitto, ha dovuto affrontare alcune vicende risalenti a prima del suo letargo, come il mago Abremelin che intendeva soggiogare i Non-morti rimasti senza padrone, e Horo, un Maestro da lei imprigionato per fermare le proprie ambizioni di dominio del mondo intero.
Albi: 72, 106, 169.
 
Belyalis - Un tempo fu il Demone che tentò Sant'Antonio nel deserto con l'"Elisir del Diavolo", poi è entrato nella squadra di Nergal riuscendo, assieme a Sonderling, a portare Harlan dalla parte del Male; punito da Nikolaus che l'ha intrappolato in una pendola, è poi riuscito la liberarsi dalla sua prigione e meditare vendetta...
Alleatosi a Venezia con Lady Nahema, i suoi intrighi sono stati spezzati dalla "Spada senza tempo", capace di uccidere i Demoni.
Albi: 23, 50, 76.
 
Benjamin "Bugsy" Siegel - Gangster giustiziato dalla mafia americana e trasformato in Non-Morto da Ixtlan, per sfruttarne le qualità di criminale per le proprie ambizioni di potere. Nemico ricorrente di Harlan e dei suoi alleati, organizza la cattura di Jim Fajella condannandolo a diventare suo fratello di sangue sotto il controllo del proprio Maestro.
Dopo l'uccisione di Ixtlàn per mano del Dampyr, rimane accecato finché Marsden non gli dona nuovamente la vista in cambio dell'eliminazione di Harlan, opera che "Bugsy" non riuscirà a portare a compimento nonostante varie trappole escogitate e l'assere diventato capo di una banda di spietati delinquenti di Los Angeles.
Albi: 30, 57-58, 111-112, 139.
 
Bianca Bandinetti - La prima partner italiana di Harlan gestisce una merceria a Torrebianca, ed è vista un po' da tutti come la bella del paese: cordiale, simpatica, solare... Eppure nel suo passato c'è qualcosa di oscuro: la morte di suo padre, avvenuta per opera dei Ritornanti, spiriti del fiume che uccidono chi vi capiti all'alzarsi della nebbia... Lui come molti altri, legati da un filo che il Dampyr deve districare...
Oltre che da Bianca, Harlan è aiutato nell'indagine da Gerlando, un ingegnere del posto, anch'egli invaghito della bella negoziante, la quale però preferisce piuttosto concedersi al cacciatore di Vampiri di passaggio, sebbene egli sia ancora scosso per quanto accadutogli recentemente con Lisa.
Albi: 66.
 
Bobby Quintana - E' uno dei pochi poliziotti incorrotti di Medellin, cittadina della Colombia, ma non esita a dimenticare il proprio distintivo quando un cartello criminale gli ammazza il giovane fratello, che si era lasciato incantare dal guadagno facile servendo la malavita, ma rivelandosi incapace di superare la prova decisiva. Il mestiere lo porta ad affrontare "El Brujo", un narcotrafficante fanatico di occultismo alleatosi con Ixtlàn: per affrontare gli uomini del boss criminale e dei Non-morti a sua disposizione, Bobby trova il prezioso aiuto di Harlan e compagni.
Albi: 24, 92, 190, 200, 210, 212 - Speciali: 3.
 
Charles Moore - Figlio di Joan Dunne e del Maestro della Notte Oenghus Mordha, è il più giovane Dampyr vivente: accudito nella crescita e protetto dalle tre "zie" che già allevarono Harlan, è bramato da Nergal che intende condurlo sulla via del Male, impiegando nello scopo tanto Demoni, quanto alleandosi con altri Maestri della Notte.
Albi: 162, 178 - Speciali: 11.

 
Condor - Quando Harlan uccide Ixtlàn, bevendone il sangue vede due Maestri della Notte legati a lui: uno è Marsden, l'altro resta avvolto nel mistero finché l'indagine non percorre la pista della repressione argentina. Si scoprono quindi gli intrighi del Condor, Maestro che controllava la CIA all'epoca del golpe cileno del '73.
Oltre a possedere un branco di Non-morti, si avvale di umani fedeli alla sua causa, tra i quali il killer Erwin Rogers, che tuttavia si rivelerà fondamentale per la sua disfatta.
Albi: 67, 69-70.
 
Connolly - Ex esponente dell'IRA, gestisce a Praga il pub "Molly Malone", ed è amico di Kurjak del quale condivide un burrascoso passato di guerra.
Il suo locale è dotato di una stanza buia perfetta per Tesla che talvolta vi si reca a fare compagnia a Kurjak durante i periodi di riposo dalle missioni.
Albi: 23, 64, 152.


 
Dean Barrymore - Negli anni Sessanta si guadagnò l'appellativo di cacciatore di Vampiri, intervenendo, in qualità di Presidente della "Società delle Scienze Occulte", nel caso del "Vampiro di Highgate", presunto responsabile della scomparsa di due studentesse. Sul filo dei ricordi e seguendo la pista del Maestro della Notte che si rivelerà essere Marsden, Harlan e compagni si rivolgono a lui e alla sua esperienza per risolvere assieme il caso, e non risparmia di aiutarli in svariate indagini tra Regno Unito e Irlanda.
Ha stretto un'affettuosa amicizia con Maud Nightingale e riveste un ruolo quasi paterno con Joan Dunne.
Albi: 45, 81, 119, 121, 133-136, 147, 157, 162, 179, 201 - Speciali: 2 - Maxi: 7.
 
Dellroy Washington - In gioventù è stato un pugile arrivato a lottare per il titolo dei pesi mosca, ma in tale incontro subì una lesione permanente del nervo ottico che lo ha lasciato cieco. Questo gli ha permesso di scoprire di possedere una seconda vista, che gli consente di vedere i fantasmi nonché di percepirli, iniziandolo alla carriera di medium, sebbene spesso le sue percezioni siano dei bluff per arrotondare l'onorario delle sue prestazioni.
Trova la morte nel penitenziario di Rose Hill, dove si era recato con Harlan per indagare su uno spettro assassino.
Albi: 85, 122.
 
Dolly MacLaine e i suoi romanzi - Scrittrice di romantiche spy-stories contenenti notizie preziose sul passato di Draka e di Amber Tremayne, di cui è una lontana discendente grazie alla stirpe di Aurelio Ambrosio, figlio umano della Vampira. Sparita nel nulla dopo la pubblicazione del suo ultimo romanzo "Transylvanian Express", ogni pista seguita per rintracciarla ha per lungo tempo condotto a un binario apparentemente morto, essendo stata a lungo prigioniera di Black Annis, figliastra di Amber, in una dimensione inaccessibile, potendo apparire brevemente in forma incorporea per comunicare con alleati e compagni attraverso i suoi consanguinei.
E' stata raggiunta in forma incorporea da Timothy O'Brien, e quindi tratta in salvo da Simon Fane, per poi essere ricondotta sulla Terra dopo la morte di Black Annis.
Albi: 21, 43-44, 52-53, 96-98, 100, 177-178, 201 - Speciali: 6.
 
Duncan McGillivray - Attempato cantastorie scozzese, esperto conoscitore di molte leggende locali, alcune delle quali celano incredibili verità, come la storia di Helen Darroch e il concepimento di Stuart Morison, cui ha poi insegnato l'arte della musica, e l'oscuro potere della sua "Ballata di re Orpheus", composta su suoni ascoltati tra il vento della brughiera, e capace di richiamare il fantasma di Lord Soules, malvagio tiranno del Trecento e il suo letale famiglio Redcap.
Muore serenamente mentre suona assieme a Stuart.
Albi: 73, 140, 161, 201.
 
Edward Foster - Docente di Storia a Cambridge agli inizi del '900, e agente del S.O.E. (Special Operation Executive), appare nei romanzi di Dolly MacLaine dedicati alla spia irlandese Sandy O'Sullivan, nei quali stringe amicizia con Godwin Brumowsky e incontra Draka. Nel corso della Seconda Guerra Mondiale è impegnato ancora col S.O.E. a sventare una pace separata tra inglesi e tedeschi, voluta da alcuni simpatizzanti filonazisti, dietro ai quali si celano le origini dei "Lupi Azzurri".
Assieme a Sandy, è attualmente un collaboratore di Draka, sebbene nessuno dei due sia stato trasformato in Non-morto.
Albi: 21-22, 46, 62, 97-98, 100-102, 133, 180, 202.
 
Eishet Zenumium (Zafirah) - Ex Succuba di Samael, assieme ad altre tre predilette, fu da lui assegnata a dominare una zona del mondo civilizzato, sfruttando le proprie capacità seduttive per controllare la volontà dei potenti. Mentre era la concubina preferita del sultano d'Egitto Qait-Bay, cadde nella trappola tesale dal Demone Mandhur, ammalandosi di un morbo che le fece confondere sogno da realtà assumendo di fatto il controllo del territorio e influenzandone le sorti; cercando di guarire trasmettendo il morbo a un amante (su fallace consiglio dello stesso Mandhur apparsole con un differente aspetto), finì invece prigioniera nell'Alam-Al-Mithal assieme al suo amante, dove soltanto la sua natura la fece sopravvivere anche sulla Terra, in attesa di un'occasione per liberarsi.
In debito verso Harlan che riesce a liberarla, elabora un piano complesso per annientare definitivamente il suo ex carceriere e al tempo stesso rendere il Dampyr suo schiavo d'amore all'occorrenza.
Albi: 168, 188, 202.
 
Elettra Calberbech - Figlia di Learco, egittologo e corrispondente di Caleb Lost, vive a Torino dove è una delle sacerdotesse al servizio di Bastet, all'insaputa del padre, del quale tuttavia ignora le motivazioni delle sue ricerche in campo magico e occulto. Sospettando le ragioni della presenza di Harlan nella sua città, e al tempo stesso affascinata da lui, decide di accompagnarlo proponendosi come guida, senza tuttavia rivelargliene le reali ragioni, che il Dampyr scopre solamente quando la ragazza fa da scudo a Bastet per proteggerla da Learco che tenta di spararle con proiettili trattati. La ferita comunque non è mortale, e Harlan la porta in salvo.
Albi: 72, 106, 169.
 
Erlik Khan - Maestro della Notte capace di affrontare Harlan, Kurjak e Tesla tutti assieme e averne la meglio, risparmiandoli tuttavia per non doverne poi rispondere al suo amico... Draka! C'è da pensare che, accanto ai Vampiri nemici dell'umanità (Vathek, Ixtlàn,...) o che hanno scelto il letargo (Araxe), ce ne siano altri con intenzioni ancora ignote, ma non per questo necessariamente oscure: ed è proprio Erlik a dimostrare che Vampiri e umani possono trovarsi a lottare contro gli stessi avversari, quali i "Lupi Azzurri" o Harlequin (n° 81). All'occorrenza ha avuto al suo servizio un impressionante esercito di Non-morti (la leggendaria Armata di Hellequin) sterminato dal potere Vril di Martin De Vere, oltre al terrificante cavallo mutaforma Kagyr Khan, quest'ultimo eliminato da Harlan quando egli si mise al servizio di Nergal per sottrarre Charles Moore alla protezione delle "Guardiane della Legge".
La morte di Kagyr Khan è la ragione per cui Erlik decide di affrontare Harlan per vendicarlo: gravemente ferito dallo scontro, si accorge di essere stato manipolato e offre la propria collaborazione all'avversario; appena riprese un minimo di forze fa da "faro" alle Swastike di Draka per accompagnare Harlan e i suoi nel mondo dei Maestri, dove trova la morte per mano di Marsden.
Albi: 31, 36, 49, 81, 98-99, 101-102, 134, 162, 189, 200-202, 206, 210 - Speciali: 11 - Pubblicazioni extra: L'emblema del drago.


Erlik in azione con Kagyr Khan (n° 31; disegno di Alessandro Bocci)

 
Esther Rothman - Nel corso di un'escursione in canoa assieme ad alcuni amici nella Waste Valley, s'imbatte in due membri della famiglia Pickering, intenzionati a violentarla dopo aver ucciso a sangue freddo uno dei suoi compagni; provvidenzialmente salvata da Harlan, nella zona a causa di un inseguimento, Esther è successivamente rapita e condotta a casa Pickering, fulcro degli orrori della zona. Dopo essere stata salvata nuovamente dal Dampyr e da Tesla, dedica gli anni seguenti a una battaglia contro la realizzazione di una diga nella Waste Valley, consapevole che la zona è infestata da non ben precisate presenze aliene: invitata a Golden Wick per promuovere la sua petizione, cade in una trappola tesa da Thorke ad Harlan con la complicità di Lisa.
Quando la sua battaglia sociale ha ottenuto una parziale vittoria (la Waste Valley ospita una diga ma non destinata a serbatoio di acqua potabile), torna in azione, accanto al proprio compagno e canoista Marvin, per indagare con Harlan e Kurjak sulla sparizione nel nulla di alcune persone in quella zona.
Albi: 37, 84 - Maxi: 7.
 
Ferenc Rakoczy-Bathory (Saint-Germain) - Maestro della Notte che nel Seicento si pose a capo dei Briganti della Merlata guidati da Saracco, protettori delle parti magiche della Corona di ferro per conto di famiglie nobili milanesi. Quando scopre che tali oggetti interessano il Demone Vassago per avvantaggiare la propria stirpe e acquisire così la riconoscenza di Nergal, egli tramuta la banda di Saracco in Non-morti affinché possano affrontare le orde di Vassago. In seguito offre l'immortalità delle tenebre anche al conte Giuseppe Gorani che, assieme ai Briganti della Merlata, si rivela un prezioso alleato di Harlan e dei suoi compagni quando indagano in merito alla Corona di ferro. Sfruttando l'amicizia tra il Dampyr e Nikolaus, è riuscito a impadronirsi della Clavis Pristina, la più potente delle Sette chiavi dell'inferno, capace di agire sui varchi del Multiverso.
Da circa due secoli sembra fuori dalle scene, sebbene abbia la previdenza di non lasciare impreparate le creature del proprio branco e tenersi in contatto con i suoi alleati umani.
Albi: 144-145, 155, 205.
 
Gabor Vlatna - Rivale storico di Draka, col quale si è conteso la Transilvania per secoli, ha mascherato il proprio Castello/mattatoio in orfanotrofio, per potersi nutrire regolarmente del sangue di bambini. Harlan l'ha affrontato, ed è stato salvato in extremis dal padre.
A distanza di anni, sfruttando i poteri psichici dei Maestri, Vlatna, seppure smembrato da Draka, è tornato a intralciare i piani del rivale, ma il Dampyr ha finalmente avuto modo di giustiziarlo.
Albi: 20, 148 - Speciali: 1, 3.
 
"Ghost Hunters" - Esperta e affiatata equipe di cacciatori di fantasmi finanziata dall'Università di York, che non esita a imbattersi nell'esplorazione di presunte case infestate o ad appurare la fondatezza di leggende folkloristiche locali. Il loro leader/coordinatore è Chad Halloway, affiancato dalla compagna Nicole Simmons, dal corrispondente e amico di Hans Milius Fred Richards, dalla sensitiva Maud Nightingale e da altri appassionati, ciascuno con una propria teoria in merito al mondo del soprannaturale.
Albi: 35, 49, 55, 73, 121, 140, 146-147, 179, 187 - Maxi: 1 - Pubblicazioni extra: Lucrezia.
 
Godwin Brumowski - Non-morto al servizio di Draka, in vita era Capitano dell'aviazione imperiale austriaca, ma in seguito a un duello aereo con Edward Foster (n° 21) si ritrovò alla mercè di un branco di Draka, il quale poi l'ha trasformato in Vampiro per salvargli la vita nell'unico modo a sua disposizione. Grazie soprattutto al suo Albatross D III, offre un prezioso aiuto ad Harlan e ai suoi nell'epilogo della "Trilogia Transilvana", ma essendo un simpatico osso duro, torna in scena di tanto in tanto, al fianco o per conto del suo Maestro Draka.
Nel corso della sfida lanciata da Erlik Khan ad Harlan, ottiene da Draka di poter affiancare il Dampyr, e nel corso della battaglia si sacrifica abbattendo col proprio aereo uno dei tre giganti generati da Erlik.
Albi: 21-22, 46, 97-98, 101, 129, 200.
 
Gorka - E' il primo Maestro della Notte a essere presentato nella serie, nonché il motore narrativo che porta la sua Non-morta Tesla (offertagli in regalo da Shrek anni prima) a incontrare Harlan e Kurjak. Nel Cinquecento è stato un sadico emissario del sultano Suleiman, e ha poi approfittato della guerra nei Balcani per nutrire sé stesso e il suo branco.
Utilizzando Tesla come esca, ha tentato di eliminare Dampyr nel Mattatoio sotto la biblioteca di Sarajevo, che fu di Draka, ma che in realtà è diventato la sua tomba.
Albi: 1-2, 9, 154, 167 - Speciali: 5.
 
Graf Von Henzig - In punto di morte, Alexis Musuraka risvegliò il proprio branco di Non-morti affinché si tenessero pronti a vendicarlo uccidendo Harlan, tuttavia tale branco rimase nascosto e inattivo all'interno degli studi segreti del Vampiro, situati nei sotterranei di Hollywood, finché non li rilevò questo Maestro della Notte, anch'egli fanatico di cinema dell'orrore che intende appunto vendicare il collega e liberare i propri simili dalla minaccia del Dampyr.
Dopo aver giocato la carta della trappola negli studi di una serie televisiva dell'orrore, Henzig tenta di eliminare gli ammazzavampiri singolarmente, a cominciare da Kurjak, intrappolandolo nella trama di un autentico B-movie dell'orrore, con tanto di Zombi interpretati da Non-morti.
Albi: 204, 211.
 
Grigor Vurdalak - Maestro della Notte che nei secoli ha alimentato il mito leggendario del Vampiro slavo, costruendosi una figura di potere nelle terre di Russia. Spietato capo del suo branco, ha servito col grado di Generale Nicola II e, con la caduta dello zarismo ha saputo adattarsi ai vari cambiamenti politici fino ad ambire al controllo della Kombinatzjia (la mafia russa).
Intercettato un suo Non-morto impegnato nello spaccio di videocassette di autentica violenza, Harlan e compagni si mettono sulle sue tracce finché il Dampyr, smascherata una sua illusione, riesce a colpirlo mortalmente sfidandolo in un duello all'arma bianca.
Albi: 4, 125, 156.
 
Gudrun Finngadottir - Personaggio mistico e proprio per questo essenziale per tracciare un ponte di collegamento tra i fatti del presente giunti all'orecchio di Caleb, e le leggende islandesi delle quali lei è esperta, oltre a ritenersi la reincarnazione di un'altra Gudrun, vissuta al tempo dei valorosi guerrieri Egil-Una-Mano e Asmund, dei quali Harlan e Kurjak sono chiamati a ripercorrere le gesta per portare a compimento la missione e i complicati sviluppi che assume la loro indagine. In tal senso, Gudrun si rivela una preziosa fonte di notizie e i suoi poteri psichici uniti a quelli del suo Nidstand (bastone col potere delle Rune), le conferiscono un ruolo particolare e anomalo nella storia: non affianca Dampyr perché lui l'ha in qualche modo sedotta, ma perché attendeva la loro nave per compiere quanto andava fatto, e solo tra le righe lascia intendere che la personalità semivampirica di Harlan lo affascina, senza per questo cadergli tra le braccia per una debolezza o altro...
Una ragazza, quindi, forte ed emancipata, ufficialmente una pittrice eccentrica, ma che riversa tutta la propria femminilità nelle cure verso i piccoli Hans e Freya, compensando come può la figura materna che a essi è venuta a mancare.
Albi: 33-34, 203 - Speciali: 9 - Magazine: 1.
 
Hanneke Geerts - Razionale e convincente, dotata di uno sguardo dolce e felino, accattivante sia in uniforme che in casual, è la poliziotta che collabora attivamente con Harlan nelle indagini di Gand, catturata dal fascino tenebroso del Dampyr, verso il quale non risparmia la propria sottile seduzione. Instaurano subito una buona complicità che ben presto evolve in una relazione amorosa a tutti gli effetti, con riflessi tanto nei dialoghi inerenti il caso degli omicidi in serie, quanto nelle scene più passionali.
Un paio di anni dopo, invita Harlan a Bruges, per indagare assieme su misteriose apparizioni, e sebbene i suoi sentimenti siano sinceri, la ragazza è stata inconsapevolmente manovrata dalle tre "zie" del Dampyr; ha inoltre la sventura di trovarsi nel posto sbagliato nel momento meno opportuno, quando cioè si reca a Praga nell'imminenza del ritorno di Sonderling e dei suoi propositi di vendetta.
Albi: 25, 51, 104-105, 153, 179, 182, 189 - Speciali: 6, 11.
 
Hans Milius - Quando Harlan ha bisogno di un docente universitario di Folklore specializzato in fenomeni occulti, esplicitamente affascinato dai Vampiri, può contare su di lui, uno dei corrispondenti di Caleb Lost sparsi nel mondo, che a sua volta possiede svariate conoscenze che gli riferiscono di delitti efferati o misteriosi, e sospette presenze di creature mostruose.
Vive a Friburgo con una moglie paziente che l'attende per cena da tutti i suoi proverbiali ritardi di lavoro.
Albi: 8, 35, 41, 49, 55, 59, 120, 128, 138, 154 - Speciali: 11 - Maxi: 2-3.
 
Hyeronimus Sonderling - Vissuto nel Seicento come Gerolamo Sinistrari, si meritò l'appellativo di "Pittore diabolico" per via dei temi raffigurai nei suoi dipinti; si mise poi al servizio di Nergal firmando un autentico contratto, ottenendone in cambio il dono/maledizione dell'immortalità, dalla quale può liberarsi se qualcuno è disposto a rilevare il suo patto con l'Inferno. Assieme al Demone Belyalis, è riuscito a catturare Harlan, per offrirlo a Nergal affinché lo liberasse dall'immortalità, ma i suoi progetti sono stati mandati a monte grazie soprattutto all'ex collega Nikolaus.
Successivamente, scatena le proprie forze per vendicarsi del Dampyr e dei suoi compagni, ma fallisce divenendo un giocattolo miniaturizzato da Nikolaus per divertire il Reggente Iblis.
Albi: 23, 104-105.
 
Ixtlàn - E' il nome col quale "El Brujo" invoca questo tenebroso Vampiro del Nuovo Continente (n° 24), credendolo un demone del quale intende aggraziarsi i servigi, ma il suo modo di presentarsi è eloquente: "Io posso esserti più utile di qualsiasi stupido diavolo dell'inferno! Regalandoti, la vita eterna, l'immortalità, poteri superiori a qualsiasi essere umano!" Tra i Maestri della Notte più astuti e calcolatori, ha sempre preferito evitare uno scontro diretto con Harlan contrastandolo indirettamente mediante i suoi servi umani o Non-morti, tra i quali ha militato Benjamin "Bugsy" Siegel, e utilizzando le avanzate tecnologie militari delle quali ha assunto segretamente il controllo, finché il Dampyr non è riuscito a penetrare nel suo covo di Dreamland (n° 58), dove è stato definitivamente annientato.
Albi: 24, 30, 58, 112 - Maxi: 6.
 
Jack Tarrant - Presidente del "Vampire Club" di Londra, come Dean Barrymore si occupò del caso di Highgate, arrivando però anche a profanare la presunta tomba del Vampiro e fotografarlo, credendolo il Conte Dracula. Rivale sul campo di Barrymore, ne tornerà amico per aiutare assieme il Dampyr nella sua trasferta londinese, per poi allearsi definitivamente con l'antico avversario.
Lavorando come cameriere in un bar in posizione strategica, riesce a cogliere alcune informazioni relative a NEA e "Temsek".
Albi: 45, 133, 201 - Speciali: 2.
 
Jan Vathek - Maestro della Notte che, sin dall'antichità, ha scelto l'Africa come territorio in cui imporre il proprio dominio. Le prime tracce delle sue imprese si perdono nella storia, decifrando frammenti di iscrizioni risalenti al II° secolo a.C.; lo si ritrova tra VII° e VIII° secolo d.C. nei panni di un crudele condottiero chiamato l'Emiro immortale, per poi entrare nella leggenda attraverso presunte reincarnazioni. Successivamente s'impadronisce di una miniera di diamanti in Namibia (n° 6), sul controllo della quale ha imposto una spietata dittatura, fino a esserne spodestato da Omulù (n° 7), un Maestro nomade, lo scontro col quale lo costringe a fingersi morto per far perdere le proprie tracce, non prima di aver avuto l'occasione di affrontare Harlan potendosi dichiarare addirittura deluso dall'eccitante duello con un Dampyr!
Marcato stretto da Caleb (n° 23), ha progressivamente ricostruito il suo impero alimentando la guerriglia in Angola dove si è rivelato potente creatore d'illusioni nonché più coriaceo del previsto, sopravvivendo a due pallottole di Dampyr in pieno petto (n° 40). Anni dopo, grazie alle ricerche archeologiche di Matthew Shady, Harlan e i suoi amici, assieme agli avventurieri dello "Zerzura's Club" John Cameron e Samantha King, tornano sulle sue tracce, riuscendo finalmente a eliminarlo dopo la lunga ricerca dell'Oasi perduta.
Albi: 6-7, 40, 75, 88-90, 149.
 
Jeff Carter (Samuel Eardley) - Entra in scena come giornalista del "Sun" che torna nella sua città natale di Sheffield per intervistare i dirigenti della "Temsek" e dimostrarne la produzione segreta di armi da guerra. Persuasivo, riesce a convincere due impiegati della fabbrica a svelare alcuni retroscena che i dirigenti gli nascondono, tanto che Harlan e compagni, giunti lì per smascherare il Maestro della Notte a capo della multinazionale, lasciano che Jeff collabori con loro a carte parzialmente scoperte. Tuttavia, la presenza di Carter a Sheffield si rivela connessa con una serie di omicidi, sui quali sta indagando la detective Ann Spade, e che porterà a scoprire la vera identità del giornalista, quando ormai la sua folle missione di giustiziere è riuscita a far saltare in aria la sede della "Temsek", consentendogli di darsi alla fuga.
Alcuni anni dopo la sua strada incontra nuovamente quella di Harlan e di Ann Spade in Messico, dove sta indagando alla sua maniera su una serie di omicidi e rapimenti; la pista lo conduce poi ad Haiti, dove un Non-morto di Draka tenta di tramutarlo in zombi con un rituale vodou, che lo riduce per svariati mesi a uno stato vegetale. Tornato cosciente, sfrutta la ricambiata simpatia verso Tesla per sfogare la sua sete di giustizia facendo fuori Benson, il numero due della "Temsek", e Lena, alleata umana di Marsden nonché compagna di Bugsy Siegel. Incaricato di trovare Lisa e portarla al sicuro a Praga, ne diventa amico, esaudendo la sua richiesta di aiutarla a morire prima di essere nuovamente vulnerabile a Thorke e mettere così a rischio la vita di Harlan: Jeff accetta, consapevole di tradire un amico, ma anche dell'importanza per il mondo intero dell'unico Dampyr vivente. Muore sotto i colpi della Polizia di Sheffield, dopo aver appreso che la morte di Lisa ha fatto tornare Ljuba.
Albi: 47, 87, 93-94, 111-112, 139, 150, 152.
 
Jim Fajella - Detective in carriera della Squadra Omicidi di Las Vegas, conosce molto bene l'ambiente della malavita locale e ha esitato molto prima di credere all'esistenza dei Vampiri. Non gli è mai mancato il coraggio e il sangue freddo, specie quando ha affrontato Ixtlàn svuotandogli addosso un caricatore di pallottole trattate con sangue di Dampyr, scherzo che gli è successivamente costato la trasformazione in Non-morto prima che Ixtlàn fosse ucciso da Harlan liberandolo dal controllo del Maestro.
Ha iniziato una relazione con Michelle, poliziotta di Las Vegas che lavora per il suo amico Lenny Meyer.
Albi: 30, 57-58, 65, 111-112, 139, 200.
 
Joan Dunne - Rimasta sola dopo la morte del padre, si è trovata costretta a chiudere la piccola libreria che gestivano assieme a Dublino, non potendo pagare i debiti accumulati dal genitore. La ricerca di un nuovo impiego le fa incontrare Charles Moore, un anziano che non esce mai dalla propria stanza, e che in realtà è Oenghus Mordha, un vecchio Maestro della Notte il quale in passato aveva già affrontato un Dampyr. Vedendo in lei suo antico amore Sjobhàn, Mordha s'innamora di Joan e concepisce con lei un nuovo nemico naturale della propria stirpe, prima di morire contro Harlan.
Supportata durante la gravidanza da Dean Barrymore e, protetta assieme a suo figlio dalle tre "zie" di Harlan, la giovane, povera di autostima, si ritrova coinvolta in pericolose vicende che non poteva immaginare.
Albi: 119, 162, 178.
 
Kavka - E' una cornacchia particolare, prima ammaestrata da Nergal e poi regalata da Nikolaus ad Harlan, a cui tiene compagnia nella libreria di Obrazek. Sebbene sia un personaggio marginale, svolge spesso funzioni cardine all'interno degli episodi nei quali appare: fugge dalla sua gabbia (priva di porte) per mettere in allerta Nergal sui piani di Nikolaus, fa trovare ad Harlan un prezioso manoscritto nascosto nella rilegatura di un libro della biblioteca del Teatro dei Passi perduti...
Albi: 12, 23, 27, 41, 50, 54, 64, 83, 96, 104, 119, 121-122, 138, 150, 155, 157, 165, 167, 169, 188, 192 - Speciali: 4-6 - Maxi: 1, 5.
 
Khaled - Giovane Demone della Dimensione Nera, salvato dallo stregone Mulawa poco prima di essere sacrificato dai suoi stessi simili.
Assunte le fattezze di un bambino umano e adottato da Mulawa che egli tratta come fosse suo nonno, assiste e difende quest'ultimo, potendo all'occorrenza mostrare il suo vero aspetto di creatura nera, con lunghe unghie e coda, anche se questa trasformazione gli causa un non indifferente dispendio di energie.
Albi: 19, 79, 127, 157, 168, 182-183, 188.
 
Lady Marianna (Meridiana) - Succuba per lungo tempo allieva e amante di Samael assieme ad altre sue simili, è dotata di un forte potere di fascinazione e seduzione nei confronti degli uomini, cui neppure Nikolaus seppe resistere.
E' stata richiamata in servizio da Nergal, al quale era stata messa a disposizione da Samael, dopo la perdita di Lady Nahema e in forma umana ha scelto il nome di Elle, ma dopo un millennio il Principe dei Seduttori l'ha ripresa con sé, anche se gravemente ferita da un Naphidim.
Albi: 162, 189, 193.

 
Lady Nahema - Pericolosa e astuta agente fidata di Nergal, possiede una eccezionale forza fisica, ben nascosta dietro il suo aspetto da giovane ragazza, nonché una perversa sensualità che all'occorrenza non esita ad adoperare per soggiogare la volontà maschile. La sua fedeltà al Capo della Polizia segreta le consente di disporre dei Naphidim per le proprie missioni, nonché di creature mutaforma al proprio esclusivo servizio.
Il fallimento di un suo tentativo di catturare o uccidere il Dampyr la costringe a trovare la salvezza su un pianeta selvaggio sperduto nel Multiverso, dal quale verrà recuperata, durante il vagabondare di Harlan a bordo della "Casa sull'orlo del mondo"; in tale occasione offre la propria collaborazione contro il comune avversario Sho-Huan per avere qualche speranza di tornare nel proprio mondo.
Albi: 65, 76, 148, 177-178 - Speciali: 7 - Maxi: 2.
 
Lamiah - Scatenata e affascinante Maestra della Notte che, usurpata del proprio territorio di caccia (Berlino) dal Maestro nomade Shrek, fu da questi privata della forza vitale e sepolta viva per lungo tempo in una cripta; sopravvissuta, è riuscita a liberarsi e, stretta una tregua con Harlan, ha ottenuto la propria vendetta prima di gettarsi volontariamente in un precipizio innanzi agli occhi del Dampyr incapace di ucciderla; il salto non le causa la morte, poiché finisce nei sotterranei della capitale tedesca, dove è accolta dai sopravvissuti di un gruppo di prescelti del Nazismo cui era stato promesso di tornare in superficie, ma che in realtà furono poi usati come riserva di organi; sistemati i conti con gli artefici di tale abominio, Lamiah adotta Petra, un'orfanella nata nei sotterranei.
Albi: 9, 164 - Pubblicazioni extra: DD371.


Shrek sfida Lamiah (n° 9; disegno di Majo)

 
Lenny Meyer - Ex agente della Polizia di Las Vegas, diviene detective dell'hotel "Pyramid", dove Ixtlàn aveva iniziato a far apparire le sue mortali visioni a tema con l'albergo, al fine di terrorizzare i turisti per conseguire i suoi propositi sulla zona. Sebbene tenda a non lasciarsi coinvolgere dai metodi d'indagine dell'amico Jim Fajella, per non rischiare di mettersi contro qualche boss della zona, ben presto è chiamato anche lui a dare il suo contributo all'indagine, specie dopo che Harlan gli salva la vita dall'incubo in cui finisce perlustrando l'"Arabian Nights"... Rimosso dall'incarico, si mette in proprio, con il supporto di Fajella che gli procura alcuni clienti.
Albi: 30, 57-58, 65, 111-112, 139.
 
Ljuba/Lisa Kramar - Figlia dell'ucraina Rose, la piccola Ljuba viveva con la madre all'interno della fabbrica di carne in scatola Blumenstock, come tutti i dipendenti, immigrati clandestini... L'indagine portò Harlan all'interno della fabbrica per smascherare nei dirigenti una setta di adoratori del demone Thorke. Harlan sgominò la fabbrica, ma Rose e Ljuba furono fatte prigioniere da Thorke.
Anni dopo, Lisa, una ragazza solitaria di Cracovia incrocia a Praga la sua vita col Dampyr: tra i due è colpo di fulmine. Tuttavia Lisa è ammalata: ha frequenti e violente visioni del male insito nelle persone e, visitata da Caleb, emerge che ammalata della sindrome di Werner, e che nei suoi sogni compaiono dei Vampiri. Deciso ad aiutarla, Harlan accompagna Lisa a Cracovia, sulla pista di un feroce assassino che ossessiona la mente di Lisa, ma il Dampyr rimane sconvolto dallo scoprire che Lisa in realtà è Ljuba, plagiata da Thorke nella mente e nel corpo, mentre Rose è stata assassinata... Sebbene succube del demone, Lisa è riuscita a isolare la parte buona e incorrotta di sé, la piccola Ljuba finché, resasi conto del suo progressivo invecchiamento e indebolimento che la renderebbe nuovamente succube di Thorke, implora Jeff Carter di ucciderla, certa che così facendo metterà al sicuro la vita del suo unico amore e permetterà a Ljuba di tornare a vivere come se nulla fosse successo.
Albi: 32, 64, 84, 130, 150, 152-153, 157, 162-163, 167, 179-180, 182-183, 188, 191. - Speciali: 11
 
"Lupi Azzurri" - Ambiziosa setta neonazista internazionale che, ritenendosi erede di Gengis Khan (il primo "Lupo Blu", a cui si ispirano), ambiva al dominio del pianeta ritenendosi una razza superiore. Entrati in scena cercando di recuperare l'arma segreta dei Cavalieri Teutonici (un elmo che conferisce il potere, incontrollabile per gli umani, dei Mutaforma) appartenuta al loro ideale ispiratore, hanno incrociato le proprie intenzioni con quelle di Draka, che per loro era un usurpatore del trono del "Re del mondo" di cui si proclamavano difensori, nonché di Harlan e dei suoi compagni. Dapprima guidati da Lester de Vere, sono passati sotto il comando di suo fratello Martin (n° 31), dopo che Lester è stato mutato in una orrenda creatura dall'elmo dei Cavalieri Teutonici.
La loro organizzazione, che poteva contare sulla disponibilità di tecnologie avanzate e agenti operativi senza scrupoli, è stata progressivamente decimata durante gli scontri con Draka o Harlan, fino alla morte del leader Martin De Vere (n° 102), ucciso dai poteri Vril acquisiti nel mondo dov'era stato catapultato violando il villaggio incantato di Radzin (n° 99). Una cellula di Amburgo intende allearsi con Marsden, mentre Hulagu, un ex seguace di Martin De Vere, ha collaborato occasionalmente con Harlan, prima di trovare la morte nella Londra alternativa del Multiverso. Una squadra di "Lupi Azzurri" di Amburgo viene assoldata da Harlan per affrontare assieme la comune minaccia lanciata da Erlik Khan.
Albi: 21-22, 31, 46, 97-100, 102, 133-136, 155, 201, 210 - Speciali: 6.


Sei "Lupi" contro Tesla! (n° 46; disegno di Alessandro Bocci)

 
Maitre Abel - Ufficialmente esercitava a Parigi il mestiere di tassidermista, cioè imbalsamatore, ma in realtà è sempre stato uno stregone che, ispirandosi ad Aleister Crowley, era alla ricerca dei "punti magici" della capitale francese attraverso i quali ottenere potere. Per i suoi scopi ha utilizzato persone piegate alla propria volontà, i succubi, in modo da arrivare ad Araxe, i cui poteri di Maestro della Notte erano fondamentali per i suoi piani. Affrontato con le sue stesse armi, Harlan, Victor e Vlaminck, hanno finto di sacrificare Araxe costringendolo alla fuga negli abissi del tempo.
In seguito, si è alleato con Catarina Culioli che, prima di morire, intendeva vendicarsi del Dampyr: ciò lo ha portato a essere sconfitto da Araxe nel passato alternativo nel quale aveva trovato rifugio.
Albi: 82, 103, 192.
 
Mandhur - Signore dei ratti, delle febbri e dei sogni, domina nel regno di Alam-Al-Mithal, dove vagano, accanto a mostruosi ibridi dalla doppia natura, le anime di personaggi da lui catturati ricorrendo all'inganno, per poterne poi controllare le scelte sulla Terra e quindi influenzare gli eventi secondo i propri perversi interessi. Nel suo regno giungono anche Harlan, Mulawa e Khaled quando vi si recano per tentare di riportare indietro l'anima di un bambino contagiato dalla Succuba Eishet Zenumium, da lui catturata secoli prima; quest'ultima è poi artefice del suo definitivo annientamento.
Albi: 168, 188.
 
Marsden (Angus Og) - Antico è l'odio tra questo Maestro della Notte e Draka, per ragioni connesse agli esperimenti genetici che portarono alla creazione di Sir Varney (nn' 52-53), nonché alla ricerca di un accesso verso altri mondi. Vive prevalentemente nel Regno Unito dove, sotto le vesti di "Vampiro di Highgate", incrociò Harlan prima che questi prendesse coscienza di essere un Dampyr; ha guidato il suo fedele Non-morto Lester Caraher nell'Ulster affinché risvegliasse una legione dormiente di Vampiri, è il capo della "Temsek".
Quando "Bugsy" Siegel resta orfano del proprio Maestro Ixtlàn nonché accecato, gli offre la propria alleanza e gli ridona la vista oltre a un occhio finto contenente sua materia organica, per consentirgli di comunicare con lui.
Annoiato del sistema di dominio della Terra basato sulla creazione di Non-morti, il suo scopo principale è spostarsi nel Multiverso al fine di dominarlo attraverso i suoi alter ego, ostacolando al tempo stesso Draka che nel Multiverso sta ricostituendo il loro antico mondo di origine.
E' il primo a violare il tabù che impedisce ai Maestri di uccidersi tra loro, dando la morte a un Erlik Khan non nel pieno delle proprie forze.
Albi: 11, 42, 45, 47, 53, 58, 92, 96, 102, 112, 115, 129, 132-136, 139, 185, 199-202, 206, 209-210 - Speciali: 2, 6 - Maxi: 8 - Pubblicazioni extra: DD371.
 
Matthew Shady - Professore di Archeologia all'Università di Cambridge e appassionato speleologo, ha incontrato Amber Tremayne in Galles, divenendo amico dell'affascinante Vampira dai capelli rossi. Conosce bene il proprio mestiere ed è impavido quanto basta per affrontare i pericoli e le creature ostili che gli si sono presentati contro durante le sue ricerche, inizialmente mirate ad appurare cosa c'è di vero nelle leggende britanniche. Per queste ragioni Harlan non ha esitato nel chiedere il suo aiuto e la sua esperienza per affrontare il presunto Conte Dracula; è lui inoltre a smascherare l'identità di Marsden.
Durante un'esplorazione in Africa, scopre un'utile pista per individuare il covo di Jan Vathek e, restando coinvolto nella conseguente missione, s'innamora dell'esploratrice Samantha King; successivamente conduce la squadra del Dampyr anche nel deserto del Taklamakan, alla ricerca di Shambhala, il rifugio di Draka.
Albi: 44-45, 88-90, 97-98, 102, 133-136, 177-178, 196-199, 201 - Speciali: 2.
 
Matylda Prusova (Madame De Thèbe) - E' stata la più celebre indovina di Praga, vissuta nel primo Novecento, quando fu amata da Nikolaus, prima di essere uccisa da Hitler durante l'occupazione nazista della capitale cecoslovacca, per aver rivelato al Führer il suo destino; l'occasione per vendicare l'amore spezzato è offerta a Nikolaus da Caleb negli anni '40 (n° 62). Nel presente Matylda rivive solo come spok nei ricordi di Nikolaus, tormentati finché non scopre quale sia stato il destino di Zdenek, l'unico figlio di Matylda di cui non si era mai preso abbastanza cura.
Albi: 12, 62, 153.
 
Miklos Kurjak - Battagliero padre di Emil che, sebbene piuttosto avanti con gli anni, è stato il leader della resistenza di Traska, villaggio decimato prima dalla guerra dei Balcani, e poi dalla "Temsek" che ne prelevava abitanti per esperimenti letali. Messi al sicuro gli abitanti dall'ennesima incursione dei Kovash per prelevare altre cavie, si è unito con decisione al Dampyr per fare giustizia e riportare la tranquillità al proprio villaggio.
Albi: 11 - Speciali: 5 - Maxi: 8.
 
Mulawa - Vecchio stregone marocchino conosciuto da Caleb Lost, con poteri magici di guaritore, è anche capace di aprire portali verso la Dimensione Nera abitata da Demoni e Spiriti guerrieri utilizzando il sangue degli evocatori che ne fanno richiesta. Armato solo del suo bastone magico, salvò dall'altra dimensione una giovane creatura destinata a un rito sacrificale, che divenne Khaled, suo nipote adottivo; prima di riattraversare il portale, tuttavia, fu accecato da uno dei Demoni.
Albi: 19, 79, 127, 157, 168, 183, 188.
 
Murphy - Corpulento ex pugile irlandese, ora guardia del corpo a disposizione del "Globetrotters Club", del quale fa parte Matthew Shady, è senza dubbio una persona di parola, e non si tira mai indietro essendo disposto ad affrontare tanto ladri quanto mostri e Vampiri pur di assolvere agli incarichi di garantire l'incolumità dei membri del Club.
Restio all'uso delle armi, preferisce affrontare gli avversari a suon di pugni.
Albi: 44, 98, 133-136, 165, 201 - Speciali: 2.
 
Naphidim - Inquietanti e demoniache creature al servizio di Nergal, sono in grado di rendersi invisibili o mimetizzarsi per assolvere al ruolo di spie, nonché di condizionare telepaticamente le menti umane per ingannarle e condurle al Male. Semyaza, uno dei più pericolosi, sorvegliava il giovane Harlan quando viveva al villaggio con le tre "zie".
Durante un'incursione nel Multiverso per salvare Alina e Nicu, Kasdaeth distrugge la loro fortezza mobile, causando la morte di vari Naphidim nonché di Demoni che abitavano il pianeta su cui essa precipita.
Albi: 51, 54, 62, 65, 148, 162, 193, 212 - Speciali: 5 - Maxi: 5.
 
Nergal - E' uno dei primi Maestri della Notte a essere stato schedato nel computer del Teatro dei Passi perduti; divenuto Capo della Polizia segreta della "Squadra del Male" consegnandosi spontaneamente a essa, ha ottenuto in cambio nuovi poteri e alleati. Antico avversario di Caleb Lost, per mezzo dei suoi adepti Sonderling e Belyalis è riuscito a far emergere la parte vampiresca di Harlan per convertirlo al Male, senza tuttavia portare a termine l'impresa grazie al prezioso intervento di Nikolaus. Sembra essere il più classico dei cattivi, di quelli che stanno per trionfare ma poi, dopo essere stati sconfitti, si allontanano annunciando vendetta... Evita puntualmente di manifestarsi materialmente in presenza di Harlan ma, l'unica volta che ha dovuto farlo, il Dampyr e Kurjak si sono fatti trovare pronti con due caricatori di proiettili, ferendolo sicuramente.
Si deve anche a lui l'aver manipolato Gorka affinché incrociasse la sua vita con quella di Harlan, per testarne le capacità; dopo ripetuti fallimenti tentando di condurre Harlan dalla parte del Male, il suo obiettivo è quello di votare alla propria causa Charles Moore, il Dampyr bambino.
Albi: 12, 23, 51, 54, 62, 105, 162, 189, 193, 212 - Speciali: 4-5, 11 - Maxi: 2, 5.
 
Nethunshiel - Demone alleato di Nergal insediatosi a Barcellona, che durante la repressione franchista, sotto la misteriosa identità di "El Buho", si faceva consegnare dalla polizia i carcerati sopravvissuti alle più feroci torture. Utilizza come suoi seguaci Demoni di livello inferiore nei quali impianta, attraverso delle candele nere, le anime di condannati a morte, conferendo loro una quasi completa invulnerabilità.
Vecchia conoscenza di Nikolaus, è proprio quest'ultimo a fornire un aiuto ad Harlan nel corso del suo primo scontro col Demone.
Albi: 175.
 
Nicole Simmons - Ex allieva e ora compagna e assistente del Ghost Hunter Chad Halloway, si è laureata a Oxford in Psicologia analitica, è un'esperta di ipnotismo e studio dei sogni, oltre che una persona ricca di fantasia; caratteristica, quest'ultima, che le consente di portare con sè un ricordo ben vivo di Harold, un pooka col quale lei immaginava di giocare da bambina, e che ora rappresenta un suo pacifico fantasma interiore. Sebbene segua spesso Chad nelle sue missioni, è molto impressionabile, e in occasione del suo incontro con Harlan, quest'ultimo ha avuto svariate occasioni di prestarle soccorso.
Albi: 35, 55, 140, 146.
 
Nikolaus - Al pari di Caleb, è un personaggio soprannaturale: anch'egli vive a Praga, che non sarebbe la stessa senza di lui (opinione di molti che l'hanno conosciuto), ma appartiene alla squadra rivale dell'Amesha. Malinconico diavolo dall'aria genuina e simpatica, si stenta a credere alla sua vera natura. Vorrebbe Harlan nella sua squadra, ma si deve accontentare della sua amicizia, che comunque lo salva dai grossi guai nel quale si caccia nel n° 12, mentre il suo intervento sarà provvidenziale nel n° 23. Creatura solitaria, ha la facoltà di evocare gli spok, ombre di personaggi defunti. Sebbene rivale naturale di Caleb, tra i due c'è una curiosa forma di simpatia/rispetto, forse perché entrambi condividono un'esistenza secolare e solitaria, e proprio questa sua lealtà con Harlan e i suoi amici gli causa svariati e temibili avversari tra gli agenti di Nergal.
Albi: 5, 12, 23, 50, 54, 62, 74, 83, 104-105, 121, 127, 143, 153-4, 162, 175, 180, 183, 191, 205 - Speciali: 4, 11-12 - Maxi: 2, 4-5.


Nikolaus evoca l'anima persa di Jan Mydlar (n° 12; disegno di Luca Rossi)

 
Ryakar/Jake Ryker - Ex agente spazio-temporale della Dimensione Nera, stabilitosi sulla Terra da quando l'alchimista John Dee lo evocò per catturarlo e utilizzarlo come suo servo. Una volta liberatosi dalla schiavitù, ha deciso di restare sulla Terra, assumendo l'identità di Ryker, baffuto e cordiale gestore di un pub di Londra, anche per sfuggire alle Sentinelle Nere che nel suo mondo di origine giustiziano i "raminghi", cioè tutti coloro che viaggiano nel Multiverso per poi fare ritorno: il suo compito nella Dimensione Nera era proprio quella di dare la caccia ai propri simili.
Ha più volte aiutato Harlan e i suoi amici ad affrontare i propri simili, e l'esperienza di vita con gli esseri umani l'ha convinto che sia possibile cambiare le crudeli leggi che governano la Dimensione Nera.
 
Samael - Principe dei Seduttori omonimo (quanto meno...) del serpente che tentò Eva nel Giardino dell'Eden. La sua presenza, assieme a quella di Nergal di cui è alleato, basterebbe a spiegare perché sia necessario un Amesha come Caleb a vigilare su Praga! A lungo le sue intenzioni non sono sembrate dirette a una rivalità con Dampyr, bensì quelle di soggiogare la volontà di Tesla che, sebbene Non-morta, è rimasta turbata dal loro casuale incontro in una notte praghese. Durante il processo a Caleb, riesce a fare sua la Vampira, contribuendo al tempo stesso a smascherare gli intrighi di Nergal contro l'Amesha e i suoi alleati; il gesto lo mette in cattiva luce verso il Capo della Polizia segreta ma, offrendo l'occasione a Caleb per sdebitarsi del favore, sventa la minaccia nei suoi confronti, e decide pertanto di rinunciare a Tesla.
Il suo obiettivo più ambizioso sembra essere la conquista del cuore di Vivien, la "zia" bionda, sebbene questa sia immune alla malia del Principe.
Albi: 12, 51, 54, 104-105, 121, 127, 160, 162, 191, 193 - Speciali: 11 - Maxi: 2.


"Tu sarai mia, creatura della notte!" (n° 12; disegno di Luca Rossi)

 
Samantha King - Grintosa ed esperta conoscitrice dell'Africa, si guadagna da vivere trasportando merci e persone attraverso pericolose zone di guerra, godendo di una certa immunità grazie al suo non schierarsi a favore di una fazione piuttosto che un'altra. Il suo mestiere l'ha portata a essere una persona di fiducia anche per il "Medical Team", col quale ha collaborato. Ed è proprio grazie a questo contatto che riesce a trarre in salvo Tesla e Matthew Shady, rimasti isolati nel Bayuda durante la caccia al nascondiglio di Jan Vathek, per iniziare di lì a poco una relazione sentimentale con l'archeologo londinese. E' membro dello "Zerzura Club".
Albi: 89-90, 133-136.
 
Savnok - Demone tendenzialmente burlone che generalmente assume le sembianze di una vecchia armatura cavalleresca piena di vermi; sebbene appartenga alle schiere di Nergal in qualità di luogotenente del Principe Alastor dell'Armata del caos, è un frequentatore della Birreria "L'aquila Verde" di Nikolaus, e nel corso dei secoli non ha esitato a offrire la propria spada a Caleb, ogni volta che c'è stata l'occasione di regolare dei conti mediante un duello all'arma bianca.
Albi: 54, 104-105, 162, 173-174, 191 - Speciali: 4.
 
Sho-Huan - Figlio illegittimo di re Artos di Britannia e di una Sidhe, è membro della Confraternita dei Kuen-Yiun, una setta intenzionata a richiamare in Terra i Grandi Antichi, i cui seguaci sono stati spesso affrontati da Harlan, in special modo in territorio francese, come Claudine Bobash o Maitre Abel, i quali, probabilmente, credevano egli fosse Aleister Crowley, esoterista ritenuto da molti il fondatore dell'occultismo moderno. Sadico, perverso manipolatore delle menti, si mostra finalmente al Dampyr quando soggioga la volontà di una compagnia teatrale e del pubblico invitato ad assistere a una rappresentazione, facendo scatenare in loro i più celati istinti violenti.
Capace di muoversi nel Multiverso e di vivere in una leggera sfasatura spazio temporale, svela in parte le proprie ambizioni quando tenta di rapire il piccolo Dampyr Charles Moore, impresa che gli costa la smaterializzazione in un altro mondo del Multiverso, dove incontra il suo modello ispiratore Aleister Crowley, nel pieno possesso dei suoi straordinari poteri. E' in possesso di un frammento del calderone di Dagda, un manufatto proveniente dal mondo dei Maestri della Notte, impregnato della loro conoscenza.
 
Simon Fane - Detective di Scotland Yard dall'infanzia tormentata, trascorsa nell'orfanotrofio Morninstar; è dotato del potere di aprire con la propria mente varchi verso altre dimensioni. Adotta i due orfanelli Lorena Beebe e Tiny Clobber quando, anch'essi ospiti del Morninstar, divengono oggetto d'interesse di Lord Marsden, intenzionato a sfruttare il potere di Tiny per muoversi nel Multiverso.
Grazie ai suoi poteri, individua un cottage fantasma per spostarsi nel Multiverso: nel controllarne il suo funzionamento per tenere in scacco le pericolose creature aliene che lo utilizzano, perde il senno.
Albi: 134-136, 177-178, 187, 201-202, 209 - Speciali: 2.
 
Sophie Mutter - Per venire a capo di una serie di sanguinosi delitti aventi come fili conduttori le antiche università tedesche e un libro demoniaco smembrato in quattro, Harlan veste i panni di un professore esperto di folclore e vampirismo, e facendo leva su tali argomenti di lezione, la sfacciata studentessa Else, biondina lentigginosa, fa di tutto per accattivarsi esplicitamente le attenzioni di lui. Del tutto differente è l'approccio di Sophie, prettamente culturale, che cava d'impiccio Harlan dalla fastidiosa Else e lo porta a inoltrarsi un po' troppo nell'ambito delle proprie reali conoscenze sul tema vampirico. Lei catturata dal tenebroso mondo dei Vampiri di cui Harlan è esperto (nonché rappresentante da parte di padre!), lui affascinato dall'atmosfera notturna di Friburgo e da un non so che di lei: entrambi si lasciano coinvolgere in un'anomala relazione tra studentessa e professore, dove è lei a proporsi a lui, il quale per giunta sta recitando la sua parte per poter nascondere le proprie indagini... Barcamenandosi tra il simpatico Milius e i dotti docenti universitari, Harlan e Sophie trovano anche occasione per litigare e fare pace, e la loro storia pare scritta nel destino: infatti è lei la custode della quarta parte del libro, una custode fiera ma indifesa, che vede nel Dampyr un affascinante complice del suo segreto che, tuttavia, verrà a galla solo grazie alla forza del sentimento tra i due.
Tornata in scena anni dopo, Sophie è laureata e assistente del professor Milius: prima ancora attratta e gelosa di Harlan, in seguito si lega al professore italiano Angelo Sanna, sebbene il Dampyr resti l'eroe destinato a salvarle puntualmente la vita nelle vicende incredibili nelle quali si ritrova coinvolta.
Albi: 8, 41, 59, 91, 193 - Speciali: 4.


Sophie a Harlan a Friburgo (n° 8; disegno di Nicola Genzianella)

 
Stacy Keach - Psicologa di Boston che aveva in terapia un gruppo di giovani eccentrici che trascorrevano la notte come innocui Vampiri, nonché fidanzata del capo dei fanatici "Hunters", cacciatori di gente ritenuta anormale. Seguendo gli "Hunters" in una missione a Druro Light dove si nasconderebbe un autentico Vampiro, rivelatasi una trappola di Erlik Khan, la ragazza è l'unica sopravvissuta oltre ad Harlan e Tesla, giunti in zona su segnalazione di Anyel, e riprende la propria professione nella capitale del Massachussets, mantenendo i contatti con Harlan.
Albi: 36, 118.
 
Stuart Morison - Figlio di Helen Darroch, una donna ritenuta pazza nonché protetta e amata da uno Shee, uno spirito della natura che, tuttavia, si vendicò di lei quando lo tradì per Charlie, col quale concepì Stuart. La mente del ragazzo è stata quindi soggiogata dallo Shee, che gli conferì tanto doti artistiche quanto intelligenza e violenza. Florence, zia del defunto Charlie, chiede aiuto all'amica Maud Nightingale che, ben presto, deve chiedere rinforzi al collega Fred Richards e ad Harlan; quest'ultimo trova in Stuart delle affinità con la sua doppia natura di Dampyr.
Anni più tardi, dopo aver seguito gl'insegnamenti di Duncan McGillivray, Stuart è leader della band musicale dei "Liannabh Shee", e ha modo di prendere consapevolezza delle proprie origini.
Albi: 73, 140, 146, 161, 201.
 
"Temsek" - Multinazionale che, sotto la copertura di fabbrica di armi da caccia, produce e vende clandestinamente prodotti bellici di ogni tipo: fucili, mitragliatrici, lanciarazzi, mine anti-uomo, mine-giocattolo... Ben nota ad Arno Lotsari e all'intero "Medical Team", la "Temsek" ha visto smantellata la propria filiale bosniaca a opera di Harlan e compagni con l'aiuto di Miklos Kurjak, la sede di Sheffield grazie soprattutto a una bomba innescata dal killer Jeff Carter, un laboratorio interno all'Area 51 controllata da Ixtlàn, e un altro in Ucraina.
Lord Marsden tesse le oscure trame della fabbrica...
Albi: 11, 31, 47, 58, 111-112, 115, 132 - Speciali: 2 - Maxi: 4, 8 - Pubblicazioni extra: DD371.


Il rapimento di cavie umane (n° 11; disegno di Giuliano Piccininno)

 
Thorke - E' una delle creature più cattive e malvagie di tutta la saga: nemico storico della stirpe angelica di Caleb, è un mostruoso guerriero cannibale proveniente dalla Dimensione Nera disposto a proteggere chi lo adora cibandosi di carne umana e tenendo vivo il suo culto millenario. Capace di spostarsi liberamente su vari piani esistenziali, ha vinto il primo scontro con Dampyr che, incontrandolo inaspettatamente, si è rivelato troppo debole per affrontarlo. Animato anche da un atroce senso di vendetta, successivamente manovra i sentimenti di Harlan, facendolo innamorare di Lisa e spingendolo fino a Cracovia, dove gli ha preparato una trappola mortale che solo l'intervento di Caleb, trasgredendo al vincolo di non lasciare mai Praga, è riuscito a far fallire.
Sebbene progressivamente indebolito, si rivela tuttavia per lungo tempo troppo forte per il Dampyr, finché con l'aiuto di Ann Jurging, Mulawa, Kaled e Ryakar si riesce a condurlo nella Dimensione Nera dove viene giustiziato.
Albi: 32, 64, 71, 84, 130, 131, 147, 150, 157.
 
Timothy O'Brien - Intraprendente giornalista inglese che ha avuto l'onore, e l'onere, di essere l'ultimo a intervistare Dolly MacLaine prima che scomparisse nel nulla. La scrittrice riesce a mettersi in contatto con lui, essendo entrambi discendenti di Amber Tremayne, perché consegni a Vera Bendix un prezioso diario, fondamentale affinché Harlan possa seguire la giusta pista per recuperare la seconda Swastika; oramai coinvolto, quanto affascinato, dalla missione, prende parte anche alla trasferta in Polonia, che lo porta a essere testimone della momentanea dissoluzione di Harlan, Kurjak e svariati "Lupi Azzurri" nel Villaggio incantato di Radzin.
Tempo dopo contribuisce alla liberazione di Dolly, sempre grazie al suo legame di sangue con lei.
Albi: 44, 97-99, 101, 173, 201.
 
Vassago - E' il Demone delle cose e delle anime perdute. Nel corso dei millenni ha ricoperto i ruoli più svariati, servendo tra gli altri i Visconti di Milano, l'Inquisizione, le forze imperiali di Asburgo, per poter perseguitare e torturare chi possedesse informazioni utili al ritrovamento di preziosi manufatti magici o dotati di particolari poteri, come la Corona di ferro e il Sigillo di Lazzaro; non esita ovviamente anche a eliminare personalmente chi ostacola i suoi piani, servendosi eventualmente di Demoni del Terzo Livello. Il suo abituale avversario è il Maestro della Notte Ferenc Rakozy-Bathory, spesso custode, tramite i propri seguaci o Non-morti, degli oggetti che gli interessano.
Albi: 144-145, 155, 205.
 
"Vecchina" misteriosa - Personaggio avvolto dal più fitto mistero: entra in scena nelle vesti dell'unica superstite del villaggio di Yorvolak sterminato dal branco di Gorka, e profetizza a Kurjak la venuta di Dampyr, che sembra conoscere a fondo, per poi riapparire sotto forma di fantasma e invocarlo nuovamente (n° 1); Harlan stesso la vede in sogno, e gli appare successivamente a Sarajevo per fornire importanti indizi, sebbene in chiave enigmatica, al novello cacciatore di Vampiri (n° 2), e un episodio analogo si ripete brevemente in Transilvania (n° 22). Il suo volto è solcato da profonde rughe che sembrano andare ben oltre i segni degli anni... E' un messaggero di Draka, di Caleb, o agisce per conto proprio?
Albi: 1-2, 22.
 
Vera Bendix - Fino alla Seconda Guerra Mondiale è stata una dattilografa a Londra, finché l'incontro col giovane Nigel Grant la fece entrare come spia nel S.O.E. sotto il comando di Edward Foster, adottando il nome "Odette"; assieme a Nigel, e spalleggiata da Godwin Brumovski, è penetrata a Castello De Vere, prima roccaforte dei "Lupi Azzurri", impedendo la firma di una pace separata tra inglesi e nazisti. Successivamente si è recata a Praga, città di origine di sua madre, dove ha affiancato Nikolaus durante l'assedio della città, prendendo le parti dell'"Armata di Liberazione Russa".
Ha gestito fino alla morte naturale una galleria d'arte senza disdegnare di tornare in azione accanto ad Harlan e compagni in avventure connesse con i suoi trascorsi da spia.
Albi: 46, 62, 83, 97-98, 129, 133.


L'agente speciale Odette infiltrata a Castello De Vere (n° 46, disegno di Alessandro Bocci)

 
Victor - Poeta anarchico parigino un po' folle e innamorato di Araxe, che anni prima lo salvò dal suicidio. Ha frequentato spesso il cimitero di Montparnasse, recitando, a dispetto, poesie sulle tombe dei poeti defunti, si è esibito come cantante in qualche locale, e ha custodito, con una certa gelosia, il corpo della Vampira dormiente senza esitare a rischiare la propria vita per lei (anticipando addirittura l'azione di Harlan contro la "Casa di sangue") e a nutrirla col proprio sangue dopo il suo risveglio.
Aperta una libreria anarchica assieme ad Anne Marais, si è ammalato successivamente di tumore ai polmoni: prima di morire, è riuscito tuttavia a sacrificarsi per salvare Armand Kergaz, il nuovo amante di Araxe, dalla mazzèra Catarina Culioli.
Albi: 10, 48, 49, 82, 103, 162.
 
Victor Laforge - Negli anni tra la prima e la seconda guerra mondiale, questo Maestro della Notte, spesso alleatosi con Vathek, si è occupato di loschi e imprecisati affari nelle colonie francesi dell'Africa sub-sahariana, tra Mali e Burkina Faso, che ha eletto a proprio territorio: di lui non si sapeva altro finché non ha iniziato a interessarsi del controllo del Distretto 6 di Cape Town, trasformando in Non-morti alcuni ex poliziotti senza scrupoli. Tradito da un imprenditore col quale era in affari, ha sfruttato la cosa a proprio vantaggio, attirando nel proprio rifugio Harlan, Kurjak e Tesla, scatenando contro di loro il formidabile potere delle sue illusioni; il primo scontro col Dampyr gli è costato l'occhio sinistro, quindi ha deciso di tornare al nord, dove ha ripreso a occuparsi del redditizio sfruttamento di rifiuti inquinanti e del commercio di coltan, una miscela minerale indispensabile per la produzione di apparecchiature elettroniche.
Un'inchiesta condotta dalla "Pouvoir Vert" sul percorso dei rifiuti tecnologici ha messo Harlan e compagni sulle sue tracce, consentendo loro di eliminarlo nel suo stesso covo in Congo.
Albi: 142, 166.
 
Vlaminck - E' un appassionato dei sotterranei parigini, arrivando a eleggerli a sua dimora, nonché amico di Victor, che spesso si è rivolto a lui quando da solo non riusciva a essere di aiuto ad Harlan durante le sue avventure nella capitale francese.
In passato è stato un prete, ma ha abbandonato la tonaca quando ha scoperto spiritismo ed esoterismo, divenendone un buon conoscitore.
Albi: 48, 82, 103.

 
Yuri - Ragazzino socio di Harlan, da lui convinto a praticare finti esorcismi tra la gente credulona della zona, senza conoscere la reale natura del suo socio. Dopo tre anni di affari sporchi, i due sono condotti a Yorvolak su ordine di Kurjak, dove i soldati disertori separano Yuri da Harlan, condannandolo alla trasformazione in Non-morto da parte di Gorka; ucciso e poi vendicato da Harlan, la sua anima è sfruttata tempo dopo da Nergal per costringere il Dampyr ad arrendersi.
Albi: 1, 9, 183 - Speciali: 5.


Harlan e Yuri... al lavoro (n° 1; disegno di Majo)

 
Zarema - Bellissima quanto sadica e glaciale, è una Maestra della Notte abituata alla vita di corte presso l'aristocrazia russa, prima di vivere per decenni su un'isola del Mar Caspio donatale dal fratello Grigor Vurdalak per proteggerla dopo la caduta dello zar Nicola II; su tale isola organizzava cacce all'uomo destinate a suoi amanti umani sparsi per il mondo. Dopo la morte di Grigor, ha deciso di vendicarlo preparando una serie di trappole per Harlan sfruttando, oltre al proprio branco, anche quello del fratello, un ramo della mafia russa sotto il suo controllo e un dipartimento militare sovietico specializzato nella guerra fredda psichica.
L'ennesima trappola tesa al Dampyr le è costata la vita.
Albi: 125, 156, 170.
 
"Zie" - Vivien, Aysha e Chloe, le "Guardiane della Legge": figure importanti nella giovinezza di Harlan: l'hanno allevato sin dalla sua nascita, sottraendolo al padre Draka affinché non ne influenzasse le scelte, e istruendolo in attesa che il suo istinto si svegliasse, sorvegliandolo continuamente assumendo l'aspetto alternativo di belle fanciulle, per poi fingersi morte quando Harlan lasciò il villaggio natìo. Caleb le ha definite "agenti neutrali" che hanno operato impedendo che il Dampyr fosse esposto a qualsiasi pericolo prima di scoprire la propria natura e poter quindi scegliere la propria strada... Attualmente aiutano Joan Dunne a crescere e proteggere suo figlio, il piccolo Dampyr Charles Moore.
Testimoni delle violazioni della Legge dell'Equilibrio da parte di Nergal, hanno un ruolo decisivo per scagionare Caleb dall'accusa di aver esercitato i propri poteri fuori da Praga.
Albi: 1-2, 21, 51, 100-101, 105, 154, 162, 178, 185-186, 189, 192, 202, 206 - Speciali: 3, 5, 11 - Pubblicazioni extra: Dampyr Comiconvention.


Le tre "zie" in versione giovane... (n° 51; disegno di Corrado Roi)

 
 
Acquista online i racconti dell'orrore di Gaspare Pero