N° 176 - N° 200

Albi precedenti
ANNUNCIO
L'aggiornamento del "Frasario" non sarà più curato dal sottoscritto dopo il n° 200 della serie mensile, chi volesse redigere tale rubrica può contattarmi via e-mail: gasparepero(chiocciola)gmail.com.
BANNER
 
Le frasi più significative e i dialoghi più accattivanti della serie
 
176 - Oltre la soglia
Questo luogo nasconde un potere misterioso e oscuro, Harlan! Qualcosa al di là di ogni immaginazione sta spingendo per entrare nel nostro universo! (Ann Jurging)
"Pensi forse di potermi dissuadere... o di avere la forza di fermarmi?... Un tempo t'invidiavo, Ann... ma ora sono io L'ELETTO!... Gli Dei Primigeni hanno scelto me, come loro unico messaggero!" - "Li credi divinità... ma non sono altro che mostruosi parassiti alieni!" (Michael Landau e Ann Jurging)
 
177 - Scomparsi!
"Professore!... Noi siamo matematici! Non potete farci credere ai folletti e alla magia!" - "C'è molta magia anche nei numeri, dopotutto..." (Studentessa e Egon Zardek)
"Forse non sono coraggioso come speravo!" - "Storie! Le mie notti sono popolate da incubi! Con il lavoro che faccio, che ti credevi?..." (Matthew Shady e Kurjak)
"Lascio a voi le storie di fantasmi... almeno finché non diventano abbastanza corporei da poter mettere loro le manette!" - "Molto ben detto, ispettore!" (Ispettore di Scotland Yard e Harlan)
Le anime sanno... sanno se i vivi restano fedeli, se non le hanno tradite... (Sho-Huan)
"E' bastata una telefonata di Fane a Scotland Yard e gli agenti di guardia ci hanno dato il permesso di entrare... tutti e quattro!" - "Comodo! Dovremmo avere sempre uno sbirro con noi!" (Harlan e Kurjak)
Tende nere! Adatte a un dilettante di fotografia... o a un satanista! (Simon Fane)
"Queste sono le grandi cantine..." - "In parte scavate nella roccia!... Come è possibile, se la casa si sposta da una dimensione all'altra?" - "FULMINI! Parliamo di una casa che VIAGGIA... e tu ti stupisci che si porti dietro le cantine?" (Harlan, Simon Fane e Kurjak)
"Forse ero già pazzo quando mi sono trovato ad affrontare le orde diaboliche di Lord Alastor insieme a una compagnia di donne guerriere... O prima ancora, quando ho conosciuto Jack lo Squartatore nella Londra della Regina Vittoria..." - "Vai più indietro ancora, amico mio!... Al momento in cui hai conosciuto me!" - "Sì giusto... ha una sua logica! E' stato allora che ho cominciato a credere ad assurdità come i Vampiri!..." (Kurjak e Harlan)
 
178 - I vagabondi dell'infinito
"Se non è l'inferno, ci assomiglia parecchio..." - "Ecco! Lo vedi dove siamo finiti?... Avresti dovuto andare più spesso in chiesa, la domenica!" (Kurjak e Harlan)
"E' vero che tra noi c'è sempre stata una relazione focosa... Dopo aver subito per due lunghi anni gli indesiderati approcci di quei mostri bavosi, non disdegnerei di avere un rapporto erotico con te, Dampyr!... Mi sono ripulita e fatta bella... Che ne dici?" - "Con rispetto parlando, preferirei le attenzioni di un Ghoul o di un serpente, LADY NAHEMA!" (Lady Nahema e Harlan)
"Ti propongo un patto!" - "Un patto si stringe tra persone degne di fede... e non conosco una creatura più infida di te, Nahema!" - "E' la mia professione... Sono una spia! Ma adesso non sono al servizio di Nergal! Chissà... potrei anche scegliermi un padrone migliore... e più attraente!" - "Che formidabile faccia tosta! Da non credersi!" - "Sii più elastico, Dampyr!" (Lady Nahema e Harlan)
Ridotti a doverci fidare di un matto e di una demonessa! Bel colpo! (Kurjak)
"Harlan, Kurjak... Sono felice che siate qui... Davvero!" - "Lo sguardo smentiva le sue parole. Non ce l'avrà ancora con noi perché abbiamo fatto fuori il suo innamorato Lord Mordha, il padre di Charles?" - "Semplicemente sa bene che la nostra presenza significa GUAI!" (Joan Dunne, Kurjak e Harlan)
"Ho deciso di prendermi una vacanza, a Parigi o a Venezia, prima di decidere il mio futuro!" - "Sarebbe come liberare una belva feroce in un asilo!... E come potremo fidarci a portare te insieme al bambino? La situazione mi ricorda il rompicapo del contadino che deve traghettare un lupo, un agnello e un cavolo!" - "Già, ma se il lupo sono io e l'agnello è Charles... indovina un po' chi è il cavolo, soldato!" (Lady Nahema e Kurjak)
 
179 - L'ospedale stregato
"Vedere un museo del terrore la notte di Natale!... Non è strano, mister Barrymore?" - "Niente affatto, cara! Per noi inglesi, quello di Natale è tempo da fantasmi!" (Hanneke Geertz e Dean Barrymore)
"Questo è un magnifico pezzo di epoca vittoriana! Se posso dire la mia, a quei tempi avevano un'autentica passione per il frassino, che sarà anche un legno pregiato, ma non è l'arma più adatta per affrontare un Vampiro!" - "E che cosa sarebbe meglio usare?" - "E' sufficiente un qualsiasi paletto ben appuntito, se la mano è salda!" (Dean Barrymore, Hanneke Geertz e Harlan)
 
180 - Il figlio di Kurjak
"Siete voi la mia famiglia! Non ce n'è una migliore e non vi cambierei per nulla al mondo! Quale altra ragazza ha come genitori adottivi una Vampira, un ex soldato cacciatore di mostri, un Dampyr e un angelo?" - "QUATTRO genitori?" - "Di cui ben TRE maschi?" (Ljuba Kramar, Tesla e Kurjak)
Un bagno gelido d'inverno nella Moldava non è un toccasana... Neppure per una vecchia quercia come Kurjak! (Nikolaus)
Chi ti credi di essere, Dampyr dei miei stivali?... Solo tu al mondo puoi avere delle stramaledette visioni senza per questo essere diventato matto?! (Tesla)
Molte leggende hanno alla radice un frammento di verità. (Darin)
Forse non abbiamo l'esclusiva delle passeggiate nel Multiverso! (Kurjak)
"Temo che al tuo paparino tu non possa nascondere nulla! Non è una sensazione piacevole, immagino..." - "Mi fa sentire come un teenager in un collegio... il cui direttore è mio padre!" (Kurjak e Harlan)
"Tu non fai mai nulla senza un tornaconto!" - "Harlan, Harlan... Quanto poco mi conosci! Ma non è colpa tua, e nemmeno mia! Forse pensi che metterti al mondo fosse da parte mia solo un calcolo di potere!... Ci fu anche questa considerazione, ma non solo! Le motivazioni che spingono un essere dotato d'intelligenza a compiere una determinata scelta sono complesse... tanto che di alcune di esse può non essere del tutto consapevole... e capirle in un secondo momento..." (Harlan e Draka)
Anch'io considero la fedeltà un valore. (Draka)
 
181 - La lunga notte dell'odio
"Dato che ho sempre sognato di incontrarne uno, l'eroe del giorno prende il suo zaino e viene con me." - "Agli ordini!" (Sceriffo Malcolm e Harlan)
Come in tutte le cose, quel che appare è solo la punta dell'iceberg. (Harlan)
Harlan Draka... Puah!... Sembra un nome da film horror!... (Sceriffo Malcolm)
 
182 - Nella Dimensione Nera
Bisogna pur mettere in conto qualche rischio, se ci si fidanza con un Dampyr! (Hanneke Geertz)
Una stranezza positiva è pur sempre una stranezza! (Harlan)
Non ho pietà di chi mette in pericolo la vita di una bambina innocente! (Harlan)
"Una partigiana... Questo è pane per i miei denti!" - "E immagino tu muoia dalla voglia di addentarla! Quel bel bocconcino se ne va sempre in giro tutta nuda!" (Kurjak e Tesla)
"E' un piacere conversare con una persona della vostra levatura, Reggente Uriel! Non trovo mai nessuno che mi stia intellettualmente alla pari... Potesse accadere più spesso..." - "Vorreste che questo genere di crisi fosse più frequente, Principe Iblis?" - "Perché no? Io non sono contrario a crisi, disordine, difficoltà... Neppure al rischio di guerra aperta. Sempre meglio della normalità e del ristagno... Quella è vera noia!" (Principe Iblis e Reggente Uriel)
Queste piacevoli urla... Abbiamo qualcosa in comune, prete nero, tu e io! La tortura come gradevole e corroborante passatempo! (Generale Zefon)
Questo mondo mi è congeniale! Ogni tanto si sentono lamenti e urla provenire dai quartieri più in basso! (Zhyrad)
"Di solito i conquistatori vengono nominati duchi, principi o governatori!" - "Grunt! A me basterebbe avere ora tra le mani una femmina o un ragazzo della casta inferiore, per divertirmi a farlo a pezzi, secondo l'usanza locale!" (Brygold e Zhyrad)
"Dicono che i supplizi rituali di questo mondo siano crudeli e fantasiosi... Perché non vieni ad assistere, Generale Zefon?" - "In quel settore non ho nientte da imparare, Conte Straygor!" (Conte Straygor e Generale Zefon)
 
183 - Dittatura infernale
"Non sono neanche umano!" - "E credi che non lo sappia? Qual è il problema, ragazzo? Mica ho detto che ci dobbiamo fidanzare!" (Khaled e Ljuba Kramar)
Se, con la nostra forza, noi dei livelli inferiori contribuiremo a scacciare gli stranieri che ci hanno invaso, anche i nobili dovranno fare i conti con noi! E allora le cose davvero cambieranno! (Khaled)
La guerra più difficile è quella contro un popolo straniero che si ribella. (Conte Straygor)
Se l'allievo sfifa il maestro e lo supera, non è forse questo il miglior modo di rendere onore allo stesso maestro? (Maresciallo Vapula)
La prima linea non è il posto di un Generale! (Generale Zefon)
"Stamattina mi ero quasi persuaso che i nostri problemi fossero tutti quaggiù! Mi ero scordato di quelli che abbiamo lasciato a casa!" - "Io pure! Forse è per questo che ci siamo presi una vacanza!" - "Bel modo di chiamare una guerra!... Anzi, una rivoluzione!" (Kurjak e Harlan)
"La guerra è un nobile gioco, come mi ha insegnato il mio maestro Vapula!" - "Peccato che qui ci giochiamo la carriera e la vita!" (Conte Straygor e Generale Zefon)
Non credo che un Generale debbe partecipare alle zuffe... Solo dirigerle! (Generale Zefon)
Bella soddisfazione avere ragione da morti. (Maresciallo Vapula)
Non è certo con l'onore e il rispetto delle regole che si conquista un mondo!... Ma con il terrore, la morte e la violenza! (Generale Zefon)
 
184 - I dimenticati
"Scusami se non ho rimesso i volumi al loro posto!" - "Il disordine non mi preoccupa... Mi impensierisce molto di più scoprire che nel mio teatro accadono delle cose che sfuggono al mio controllo..." (Harlan e Caleb)
Il passato non si può cambiare. (Sakiko Utemaru)
"Mi sono laureata in Economia a Princetown... Quella foto è il ricordo di un momento importante della mia vita." - "E' il motivo per cui si fanno le foto!" - "Oh, sì... Ma tu non vedi quello che vedo io... Le foto per me non sono più soltanto dei ricordi... Sono diventate degli ammonimenti... Si sono trasformate in moniti che soltanto io posso vedere!" (Sakiko Utemaru e Keiko)
"Diamo un'occhiata a quell'ordine... Forse ci sono delle informazioni che ci possono essere utili... I miei amici possono aiutarci a scoprire molti dettagli su questo genere di cose!" - "Devo leggerlo sull'isola... Questi sono i patti. Non sarebbe onorevole infrangerli!" - "E rapire tua moglie per convincerti a svolgere una missione suicida invece lo è?" (Harlan e Hasegawa Kenshin)
L'anima di un guerriero si può fondere con la sua katana! (Hasegawa Kenshin)
"Stanno arrivando! Scopriremo presto se anche tu puoi ucciderli!... In caso contrario vedrò di coprirti le spalle." - "Molto obbligato!" (Hasegawa Kenshin e Harlan)
 
185 - Il segreto di Amber Tremayne
Il tempo passa in fretta ascoltando Amber! Forse non sa cucinare, ma è una narratrice eccellente! (Harlan)
E' svenuto ancora! Non è vero che i barbari sono tanto resistenti... ma potrei bollirlo vivo nel calderone! (Severa)
"Il sangue è il mio nutrimento. Ma le mie vittime hanno sempre avuto una morte veloce." - "E sbagliavi! La vittima del sacrificio deve soffrire a lungo. Solo così la sua energia vitale viene assorbita da chi la uccide..." (Amber Tremayne e Severa)
"AVRESTI DOVUTO MORIRE TU, INVECE DI MIO PADRE!" - "I miei simili non possono morire." - "E' difficile, lo so. Ma c'è un modo. Bisogna che un maschio della tua stirpe metta al mondo un figlio... e quel figlio sarà veleno per tutti voi! Con lo studio dell'antica scienza e l'aiuto del Piccolo Popolo allungherò la mia vita senza diventare uno dei tuoi schiavi Non-morti! E impiegherò tutto il mio tempo a preparare la mia vendetta! Persuaderò uno dei tuoi simili, un Maestro della Notte, a procreare un figlio con una femmina umana!... Se necessario sarò io quella donna, lo partorirò io stessa! E poi lo invierò alla tua ricerca... PER UCCIDERTI!" (Severa e Amber Tremaybe)
Vedermi nuda sarà lo spettacolo più memorabile della tua vita... del miserabile brandello di vita che ti resta, usurpatore! (Amber Tremayne)
"Taglia corto sui massacri, okay? Sto ancora digerendo lo shepherd's pie!" - "Mmm... Non sei così sensibile, quando incenerisci i membri della 'famiglia' o maciulli i loro sventurati seguaci, nipotino mio!" (Harlan e Amber Tremayne)
Il futuro non si può leggere... ma può essere scritto! (Amber Tremayne)
 
186 - Taliesin il bardo
Quando inalo il tuo magico fluido, sacro calderone, sento che la mente mi si apre verso orizzonti sconosciuti... A volte scorgo barlumi, frammenti di straordinarie visioni... e altrettanto spesso mi ritraggo da te, scossa da spaventevoli orrori! (Keridwen)
Il destino percorre strane vie. (Chloe)
Il futuro si può modellare a proprio piacimento! (Lord Ohengus Mordha)
Arriva sempre il momento per ogni cosa. (Keridwen)
Tutti i grandi maghi sono stati apprendisti. (Keridwen)
A che serve essere bravi a battersi, se non si hanno nemici veri? (Artos)
Che m'importa della mia bellezza, se in cambio posso avere l'immortalità, il potere e al vendetta? (Severa)
"Vedo che le esercitazioni alla corte elfica hanno dato i loro frutti!" - "Diciamo che avevamo ormai una gran voglia di menare le mani!" (Ambra di Gwynedd e Artos)
 
187 - Dartmoor
Il pub più remoto d'Inghilterra... sperduto nella brughiera di Dartmoor e assediato dalla nebbia... niente di meglio per creare l'atmosfera propizia a un racconto di fantasmi. (Maud Nightingale)
Io sono una parapsicologa seria, non un'illusionista! Tratto l'articolo genuino! I trucchi non fanno per me! (Maud Nightingale)
Io d'istinto non sto mai dalla parte degli sbirri! (Kurjak)
Si dice che la paura nasca dalla cattiva scienza! (Sssfwwwyieh)
"Non penso certo di andare a cercare i passeggeri del cottage fantasma nel loro mondo di origine... Ma forse potremmo far loro sapere che siamo qui... Attirarli indietro..." - "E affrontarli in casa loro?! Neppure questa idea mi sorride..." - "Preferisci incontrarli fuori nella brughiera?... E poi c'è la possibilità che si dimostrino ragionevoli..." - "E magari che ci offrano un té coi pasticcini?... Dei cacciatori alieni mutaforma?!" - "Chi può dirlo?" (Harlan e Kurjak)
Ma capitano tutti a noi, gli amici matti?... Ha superpoteri mentali, trova case fantasma, apre porte verso mondi paralleli... e non si ricorda dove ha parcheggiato la macchina?! (Kurjak)
Sarà un piacere conoscerti, Harlan Draka!... In tanti anni, è forse la prima volta che una preda riesce con successo a prendersi gioco di un cacciatore! (Lllsrryieh)
 
188 - Il marchio giallo di Carcosa
Spesso la letteratura è più autentica, influente e duratura della realtà vera. (Harlan)
Frequentarmi è pericoloso. (Harlan)
"Quel che succede in sogno non può avere effetto nella realtà!" - "Questo non vale per tutti i sogni!... Alcuni possono essere molto pericolosi." (Pierre e Harlan)
"Sta' in guardia, Emil!" - "Accidenti! Quando mi chiami con il mio nome di battesimo, significa che la faccenda è seria!" (Harlan e Kurjak)
I violini vanno accordati... così come i pensieri... (Caleb)
A che serve essere a Parigi, se un bell'uomo non invita a cena una bella donna? (Eishet Zenumium)
"Io non ti avevo chiesto di essere sedotto!" - "Per fare certe cose, bisogna essere in due..." (Harlan e Eishet Zenumium)
Sono qui al mercatino di Natale del Rote Rathaus a comprare regalini per i miei nuovi amici... Immersa in un'atmosfera da zucchero filato e profumo di neve... Ma se un vecchio amico all'improvviso mi ricorda che là fuori esistono orrori ancestrali... Orrori ai quali in passato sono riuscita a sfuggire per un soffio e che mi riempiono di angoscia... Che devo dire?... Sono pronta a dimenticare il Natale e a rischiare vita e sanità mentale per quel vecchio e caro amico. (Ann Jurging)
 
189 - La casa degli specchi
In nessun modo puoi vincere, se combatti contro te stesso! (Copia di Harlan)
"Si dice che fare l'amore con te sia spesso mortale!" - "Da chi l'hai saputo?... Dal tuo amico Nikolaus? Io non sono cattiva, Dampyr! E' la mia natura a far sì che, a volte, non riesca a controllare la mia 'bruciante' passione..." (Harlan e Meridiana)
Anche a distanza, seguo sempre con attenzione l'operato dei miei agenti. (Nergal)
Non ci si può ribellare impunemente a un duca dell'Inferno. (Meridiana)
Sono un esperto di luoghi strani. (Harlan)
 
190 - L'ombra di Tziao-Min
"Con te ho imparato a non stupirmi di nulla... Ma mi dici come diavolo hai fatto? Sei andato deciso alla statua, come se sapessi da prima che cosa ci avresti trovato!" - "E' troppo lungo da spiegare... Ciò che conta è che Tziao-Min ha abbandonato questo mattatoio da anni." - "Insomma, siamo venuti a farci mangiare vivi dalle zanzare in questo schifo di giungla... Per niente?!" (Kurjak e Harlan)
E' tempo di abbandonare le vesti del Monaco e indossare nuovamente l'armatura del guerriero. Il Dampyr si avvicina... Il vento porta fino a me l'odore del sangue bastardo che scorre nelle sue vene! Posso quasi sentire il battito del suo cuore, reso più veloce dall'eccitazione per la battaglia imminente... Nel suo petto si agita l'istinto da predatore della stirpe dei Maestri... Ma la caccia, per il cucciolo di Draka, finirà qui!... FINIRA' OGGI! (Tziao-Min)
"Mi sono fatto fregare come un pivello!" - "Cose che capitano anche ai migliori... Tra qualche giorno tornerai come nuovo! Ma per il momento è meglio rimediare una fasciatura. Se continui a sanguinare, mi farai venire appetito..." (T-Rex e Tesla)
 
191 - L'antiquario di via Husova
"D'accordo, allora! Per questa notte dimentichiamo che sono una vampira e tu un rude soldato e godiamoci questa romantica città come se fossimo una coppia 'normale'!" - "In fondo, lo siamo più di molti altri. E' solo il nostro lavoro a essere speciale!" (Tesla e Kurjak)
"In passato, purtroppo, i rapporti tra la vostra parte e la mia sono stati condizionati negativamente da una serie di spiacevoli 'equivoci'." - "Cercare di portarmi dalla vostra parte facendomi bere l'"Elisir del Diavolo" o le varie manovre di Sonderling, per citare solo qualche episodio a caso, li chiamate EQUIVOCI?" (Rubicante e Harlan)
"(Quel grassone è pieno di trucchi, dannazione!)" - "Nemmeno immagini quanti, mia esangue fanciulla!" - "Tu!?... Mi leggi nel pensiero?" - "Un pochino! Scusa l'indiscrezione! E comunque, non mi definirei grasso... Un po' 'basso di torace', piuttosto, come diceva non mi ricordo più chi..." (Tesla e Rubicante)
(Eh, sì, cari i miei ammazzavampiri, le parti si sono invertite... La preda si è fatta cacciatore! Sono io, adesso, a controllare voi... Sono io a condurre il gioco!) (Rubicante)
 
192 - La grande bestia
I malvagi ritornano sempre. (Chloe)
"Vorresti dire che voi tre e Casanova...? Insieme?... Anche zia Aysha?" - "Harlan, non fare il moralista. Non ti si addice." (Harlan e Vivien)
Nulla accade per caso, c'è sempre una volontà, dietro gli eventi... E gli uomini superiori fanno in modo che tale volontà sia la loro! (Aleister Crowley)
"Per carità, fate pure come se non ci fossi... Il mio maestro sei tu. Posso ben accontentarmi dei tuoi scarti, come l'avvenente e svampita Violet..." - "Nel culto di Thelema non è contemplata la gelosia. Io pensavo semmai a un ménage a trois..." - "E nel culto di Thelema è per caso contemplato chiedere che cosa ne pensi lei...? (Sho-Huan, Aleister Crowley e Claudine Bobash)
Nessun individuo, da solo, per quanto potente e deciso, ha mai conquistato un impero! (Sho-HUan)
 
193 - Il misteri di Cagliari
Chi perde, Nergal, passa sempre dalla parte del torto... E per di più incorre nella mia disapprovazione! (Principe Iblis)
"Ancora una volta, attaccando il papato, ti sei messo in pericolo, amore mio..." - "Non sono contro l'istituzione, ma contro gli uomini gretti e indegni che la rappresentano in terra!" (Meridiana e Gerbert D'Aurillac)
Io sono diverso dagli altri membri della mia stirpe... Cani sciolti, con prospettive limitate. (Nergal)
"Avrei potuto descriverglielo, questo posto... Era tanto necessario che Harlan lo vedesse di persona?" - Solo mettendoci piede, Angelo, lui potrebbe scoprire la verità!" - "I suoi poteri, eh? Insomma, archeologi e storici sono ormai inutili!... Chiamiamo un Dampyr! Lui vedrà il passato con gli occhi della mente e risolverà il mistero!" (Angelo Sanna e Sophie Mutter)
Se la colpa non c'è, bisogna inventarla! (Don Anselmo)
Nergal non conosce la gratitudine! (Meridiana)
Chi una volta è stato capace d'amare, non perde questa sua qualità, qualunque cosa gli sia accaduta in seguito. (Nicholas)
Forse, anche le promesse si consumano e svaniscono... come le amicizie finiscono in cenere? (Meridiana)
 
194 - La città abbandonata
Dove qualcuno appare nel nulla, forse altri scompaiono! (Kurjak)
"Il corpo di Fyodor Shenko, oltre alle ferite, presenta alcune formazioni neoplastiche che i medici non sanno spiegare... Neppure come prodotti delle radiazioni!" - "Peste! Questo mistero non mi piace! Preferisco i nostri soliti Non-morti!" - "Vuoi le vittorie facili, soldatino?" (Caleb, Kurjak e Tesla)
Il male che c'è sulla Terra a volte è causato da noi stessi! (Harlan)
 
195 - Costa da morte
Ti ricordavo più ripugnante... Ti sei fatta bella per il nostro incontro?... Sarà un vero peccato rovinarti quel bel musetto! (Harlan)
 
Acquista 
			online i racconti dell'orrore di Gaspare Pero